Discussione:
[OT ma non troppo]:La napoletanità non salva Napoli
(troppo vecchio per rispondere)
m@rphiño
2005-10-11 08:43:02 UTC
Permalink
http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/detail.jsp?m1s=o&idCategory=4817&idContent=1129480
Quella di La Capria è una teoria elegante ma consolatrice. Se la città è
quella che è, nonostante gli onesti, è segno che il suo modo di essere non
funziona

Lo scrittore Raffaele La Capria ha elaborato una sua teoria per mettere
d'accordo la Napoli della borghesia colta ed europea a quella della camorra
sanguinaria e selvaggia. La borghesia napoletana, dice, è rimasta
traumatizzata dalla rivoluzione del 1799 e dalla repressione sanfedista che
ne fece la plebe napoletana con strage di migliaia di persone e con un odio
che arrivò a casi di cannibalismo. La Napoli di quelli che guardano a Londra
o a Parigi ha il terrore che la bestia plebea si risvegli e la divori. Ha
perciò tentato di gettare una testa di ponte verso questo mondo feroce e
imprevedibile e ha inventato negli ultimi due secoli la napoletanità, un
modo di essere napoletani comune ad entrambi, accettabile da entrambi: il
napoletano come lingua comune, le superstizioni, le canzoni, la pizza e i
maccheroni, il paesaggio stilizzato delle pastiere, il teatro di Viviani e
De Filippo, il cielo e i colori del Golfo.

Una teoria elegante ma consolatrice perché la napoletanità non è stata
inventata negli ultimi secoli da una borghesia preoccupata ma egemone, ma è
la cultura popolare napoletana come si è elaborata nei millenni ed è una
cultura non estranea alla camorra, ma sua complice, sua compagna di strada.
Nell'analisi della camorra, osserva l'antropologo Marino Niola, viene
sottovalutato il peso dei fattori culturali di cui la borghesia, e prima di
lei l'aristocrazia, sono, se non responsabili, complici come il culto della
furbizia e del raggiro, la prepotenza e l'arroganza del più forte,
l'affermazione del proprio particulare, del proprio io, il doppio gioco fra
superstizione e religione, fra tradizione e modernità. In città come Napoli,
diceva Benedetto Croce, "non si è ancora cominciato a portar via le
immondizie del Duecento". E questo nei vicoli come nei palazzi nobiliari o
nei quartieri residenziali.

La maschera di Napoli, Pulcinella, è il prodotto di questa ambiguità,
maschio e femmina, vivo e morto, sciocco e intelligente, insidiosamente
servile e senza limiti superbo, irriverente e cortigiano, a volte ottuso a
volte furbo, ma sempre come se avesse una forma superiore di ragione. Sulla
scena impersonato da Totò, il teatrante principale. La dea della fecondità
napoletana cambia nome, ma è sempre la stessa: la Cerere delle spighe mature
o la santa Patrizia. San Gennaro nasce nel quartiere dove è nata Santa
Patrizia, che è lo stesso in cui sorgeva il tempio di Cerere, e prima che La
Capria inventasse la napoletanità, essa celebrava i suoi saturnali a
Piedigrotta, le sue feste dissipatrici nei palazzi dei principi, le sue
vendette sanguinarie nei bassi e portava in processione Maradona, dipinto su
un drappo in posa da condottiero o disegnato su un muro di Secondigliano con
in testa la corona dell'Addolorata.

Ricordare a un napoletano che la cultura in cui è nato è una cultura
tollerante fino alla complicità è impossibile. Avendo scritto sulla
moltiplicazione degli impieghi e delle commissioni, l'amico Isaia Sales mi
ha osservato: "Tutto si può dire di Bassolino e dei suoi collaboratori
tranne di non aver lottato e rischiato in prima persona contro gli abusi,
l'illegalità, la camorra". Ma se Napoli è quella che è nonostante gli
onesti, è segno che il suo modo di essere non funziona.
Freethinker
2005-10-11 09:11:50 UTC
Permalink
***@rphiño wrote:

SNIPPO

Ma Bocca che vuole? Non riesco a capire francamente, o meglio capisco
come sempre la verve dell'Antitaliano come si faceva chiamare una volta,
ma di Napoli cosa sa? Quando c'è stato? Quando ci ha vissuto? Di che
parla in continuazione? O è amico di De Luca o come si chiama lui? Bah...
Neurodisney
2005-10-11 09:46:49 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Ma Bocca che vuole? Non riesco a capire francamente, o meglio capisco
come sempre la verve dell'Antitaliano come si faceva chiamare una volta,
ma di Napoli cosa sa? Quando c'è stato? Quando ci ha vissuto? Di che
parla in continuazione? O è amico di De Luca o come si chiama lui? Bah...
Quando non si riescono a contestare i contenuti, si attacca
la persona.
Una tecnica alla Schifani/Bondi, insomma.


DND.
Joker
2005-10-11 09:52:18 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by Freethinker
Ma Bocca che vuole? Non riesco a capire francamente, o meglio capisco
come sempre la verve dell'Antitaliano come si faceva chiamare una volta,
ma di Napoli cosa sa? Quando c'è stato? Quando ci ha vissuto? Di che
parla in continuazione? O è amico di De Luca o come si chiama lui? Bah...
Quando non si riescono a contestare i contenuti, si attacca
la persona.
Una tecnica alla Schifani/Bondi, insomma.
Ma pure tu che stai sempre in agguato tra le quinte.
Mi pari il grande fratello di iscn

Joker
Neurodisney
2005-10-11 10:03:23 UTC
Permalink
Post by Joker
Ma pure tu che stai sempre in agguato tra le quinte.
Mi pari il grande fratello di iscn
E che devo dire?
"Napoli è la città più bella e civile del mondo".
"Il Napoli è forte e vincerà".
...

Almeno sfogo e m'incancrenisco meno il fegato, in
questa gigantesca condanna che è la vita mia!


DND.
Joker
2005-10-11 10:09:33 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
"
E che devo dire?
"Napoli è la città più bella e civile del mondo".
"Il Napoli è forte e vincerà".
Sono due concetti non necessariamente abbinabili.

Joker
Neurodisney
2005-10-11 10:34:27 UTC
Permalink
Post by Joker
Post by Neurodisney
"Napoli è la città più bella e civile del mondo".
"Il Napoli è forte e vincerà".
Sono due concetti non necessariamente abbinabili.
Sono due fandonie su argomenti che su questi schermi
vanno per la maggiore.
Della prima soffro molto, della seconda sempre meno,
ma negli ultimi tempi provo forte insofferenza se quello
che mi sembra nero, gli altri lo vedono bianco.
E' un mio limite stagionale, chiedo venia.


DND.
Joker
2005-10-11 10:38:31 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by Joker
Post by Neurodisney
"Napoli è la città più bella e civile del mondo".
"Il Napoli è forte e vincerà".
Sono due concetti non necessariamente abbinabili.
Sono due fandonie su argomenti che su questi schermi
vanno per la maggiore.
La prima frase non l'ho mai sentita nè dire nè scrivere da nessuno.
La seconda sì .Dalle curve allo stadio, ritmata.
Quali fandonie, ordunque?

Joker
Neurodisney
2005-10-11 11:13:20 UTC
Permalink
Post by Joker
Post by Neurodisney
"Napoli è la città più bella e civile del mondo".
"Il Napoli è forte e vincerà".
La prima frase non l'ho mai sentita nè dire nè scrivere da nessuno.
La seconda sì .Dalle curve allo stadio, ritmata.
Quali fandonie, ordunque?
Si vede che ce l'hai con me, se mi attacchi persino sulle
iperboli.
Non so che farci, ho già chiesto venia.

DND.

P.S. non so se ho usato il termine "iperboli" in maniera appropriata.
Se ho sbagliato, chiedo venia sin d'ora: sono un povero uomo
grasso e ignorante che sta pure perdendo i capelli.
Joker
2005-10-11 12:01:15 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Si vede che ce l'hai con me, se mi attacchi persino sulle
iperboli.
?
Post by Neurodisney
Non so che farci, ho già chiesto venia.
?
Post by Neurodisney
Post by Neurodisney
P.S. non so se ho usato il termine "iperboli" in maniera appropriata.
Se ho sbagliato, chiedo venia sin d'ora: sono un povero uomo
grasso e ignorante che sta pure perdendo i capelli.
Uh maro'
Joker
p.s sei impazzito??
Neurodisney
2005-10-11 12:50:13 UTC
Permalink
Post by Joker
Uh maro'
Joker
p.s sei impazzito??
Te l'ho detto, è un momentaccio e vedo ostilità ovunque.
:(


DND.
Freethinker
2005-10-11 13:24:03 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by Joker
Uh maro'
Joker
p.s sei impazzito??
Te l'ho detto, è un momentaccio e vedo ostilità ovunque.
:(
E che vuoi che sia perdere i capelli? E allora quando l'anno prossimo
non ti si alza più che fai? :-) Ma a vuo' fernì o no? :-D Ma hai visto
oggi che giornata? E io sto inchiodato qua, mannaggia 'a morte!!!
eko15
2005-10-11 13:36:58 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by Joker
Uh maro'
Joker
p.s sei impazzito??
Te l'ho detto, è un momentaccio e vedo ostilità ovunque.
:(
E che vuoi che sia perdere i capelli? E allora quando l'anno prossimo non
ti si alza più che fai? :-) Ma a vuo' fernì o no?
UANEMA è peggio la "ammerecata" che la "ciaccata"...chill' già a vacante stà
bbuon' carico e tu ce miett a juntarella n'gopp'...e ghià!!
--
Cordialmente eko15
John Loengard
2005-10-11 10:48:00 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by Joker
Ma pure tu che stai sempre in agguato tra le quinte.
Mi pari il grande fratello di iscn
E che devo dire?
"Napoli è la città più bella e civile del mondo".
"Il Napoli è forte e vincerà".
...
Almeno sfogo e m'incancrenisco meno il fegato, in
questa gigantesca condanna che è la vita mia!
DND.
Uanem e ddio!
E che e'?!?!?
Spero tu stia leggermente enfatizzando i concetti,altrimenti c'e' da essere
preoccupati.:(
John Loengard
Delfino Errante
2005-10-11 10:54:39 UTC
Permalink
Post by John Loengard
Uanem e ddio!
E che e'?!?!?
Spero tu stia leggermente enfatizzando i concetti,altrimenti c'e' da essere
preoccupati.:(
Può darsi che li enfatizzi, però per molti è una condanna.
Chi ama Napoli non può non intossicarsi il fegato a vedere in che
condizioni stiamo, in rapporto alle nostre enormi potenzialità.
E stiamo in brutte condizioni, non c'è nulla da fare.
A questo punto c'è poi sempre il solito discorso del bicchiere mezzo pieno
o mezzo vuoto.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
John Loengard
2005-10-11 10:46:35 UTC
Permalink
Post by Joker
Post by Neurodisney
Post by Freethinker
Ma Bocca che vuole? Non riesco a capire francamente, o meglio capisco
come sempre la verve dell'Antitaliano come si faceva chiamare una volta,
ma di Napoli cosa sa? Quando c'è stato? Quando ci ha vissuto? Di che
parla in continuazione? O è amico di De Luca o come si chiama lui? Bah...
Quando non si riescono a contestare i contenuti, si attacca
la persona.
Una tecnica alla Schifani/Bondi, insomma.
Ma pure tu che stai sempre in agguato tra le quinte.
Mi pari il grande fratello di iscn
Joker
ROTFL
Freethinker
2005-10-11 10:16:05 UTC
Permalink
Ma quale sarebbe il contenuto? Il sentito dire di uno che non è mai
sceso sotto Milano? Mi indichi tu quali elementi nuovi ha introdotto
nella discussione Bocca? A parte le magagne DS e le uscite sui
capibastone di cui sinceramente frega un cazzo a nessuno, nemmeno agli
elettori DS! A Napoli c'è la camorra, c'è la spazzatura, c'è la
connivenza e l'omertà. Complimenti, per una delle punte del giornalismo
italiano non è male. Piuttosto l'editoriale L'Espresso a che cosa punta?
Che c'è, Bassolino comincia a fare ombra? Bisognerebbe forse ricordare
loro quando si facevano rappresentare dal Divo Ciriaco che per il sud ha
fatto ciò che si vede? Lascia sta Danì.

Di Napoli non gliene fotte un cazzo a NESSUNO, credi a me. Altrimenti
chiediamo conto all'Espresso del perchè in Lombardia e Piemonte c'è una
mentalità truffaldina e connivente che entra in ogni e qualsiasi
transazione finanziaria e in qualsiasi appalto pubblico! O là so' troppi
i soldi ed è meglio non mettere mano? O vogliamo parlare delle Coop che
reggono i DS "buoni" quelli che vincono *sempre* i congressi dalla
Bolognina in poi?

Ormai fanno tutti i giornalisti all'americana, col culo sulle sedie.
Facessero come il tizio infiltrato tra i migranti che si è fatto
rinchiudere. Vengono qui 5 anni, ci vivono, poi danno fiato alle penne.
Neurodisney
2005-10-11 11:17:27 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Ma quale sarebbe il contenuto? Il sentito dire di uno che non è mai
sceso sotto Milano? Mi indichi tu quali elementi nuovi ha introdotto
nella discussione Bocca? A parte le magagne DS e le uscite sui
capibastone di cui sinceramente frega un cazzo a nessuno, nemmeno agli
elettori DS! A Napoli c'è la camorra, c'è la spazzatura, c'è la
connivenza e l'omertà. Complimenti, per una delle punte del giornalismo
italiano non è male.
Anzitutto, guardiamo l'oggettività dei fatti.
Napoli è una realtà *agghiacciante*, violenta, disonesta, corrotta,
illegale, caotica, povera e terribilmente *brutta* per quell' 80% di
persone che non possono permettersi casa in zona Chiaia/Posillipo
o Vomero. La provincia è un'immensa bidonville.
*Poi* possiamo guardare ai perché e ai percome, ma non si può
prescindere dal dato oggettivo della realtà quotidiana, che ci dà la
misura di quanto miserrima sia da queste parti la qualità della vita.

[cut]
Post by Freethinker
Di Napoli non gliene fotte un cazzo a NESSUNO, credi a me. Altrimenti
chiediamo conto all'Espresso del perchè in Lombardia e Piemonte c'è una
mentalità truffaldina e connivente che entra in ogni e qualsiasi
transazione finanziaria e in qualsiasi appalto pubblico! O là so' troppi
i soldi ed è meglio non mettere mano?
Mi piace la definizione "anti-italiano", anche io mi ci sento.
Non ho mai pensato che il paradiso si trovasse appena svoltato
l'angolo di casa.
Quello che dici è giusto, e ci sono fior di processi in corso a
dimostrarlo; il problema italiano è che questi processi si risolveranno
con un nulla di fatto.
Però, però... ovunque è meglio di Napoli, perché se non appartieni
alle alte sfere il disagio non lo percepisci nel quotidiano.
Sempre in culo te lo mettono, ma in una gabbia dorata (spesso, non
sempre).
Qui invece si campa una merda e si vive nella spazzatura, nel senso
proprio letterale!
Post by Freethinker
O vogliamo parlare delle Coop che
reggono i DS "buoni" quelli che vincono *sempre* i congressi dalla
Bolognina in poi?
Io me so' scucciato, Rena'.
Quello critica perché è pagato per farlo, io rincaro la dose perché ho
modo si concretizzare un disagio che è forte, tu difendi con ragione e
sentimento. Come noi, centinaia. Ma la ricetta per cambiare le cose
chi ce l'ha?
Questa città è indiscutibilmente in coma, tutti vorremmo darci da fare
eppure nessuno sa da che parte iniziare.
Cosa farei io?
Rastrellamenti e deportazioni forzate in centri di *cultura*.
Un'esagerazione, ma rende l'idea di come la penso: l'educazione
prima di ogni altra cosa.
Ci vorrebbero soldi, guardie e tante persone oneste.
Utopia.


DND.
eko15
2005-10-11 11:21:16 UTC
Permalink
"Neurodisney" <***@alice.it> ha scritto nel messaggio news:434b9ec5$0$13345$***@reader2.news.tin.it...

[cut]
Post by Neurodisney
Io me so' scucciato, Rena'.
Quello critica perché è pagato per farlo, io rincaro la dose perché ho
modo si concretizzare un disagio che è forte, tu difendi con ragione e
sentimento. Come noi, centinaia. Ma la ricetta per cambiare le cose
chi ce l'ha?
Questa città è indiscutibilmente in coma, tutti vorremmo darci da fare
eppure nessuno sa da che parte iniziare.
Cosa farei io?
Rastrellamenti e deportazioni forzate in centri di *cultura*.
Un'esagerazione, ma rende l'idea di come la penso: l'educazione
prima di ogni altra cosa.
Ci vorrebbero soldi, guardie e tante persone oneste.
Utopia.
...e se provassimo con lo Zyklon B ?
--
Cordialmente eko15
Neurodisney
2005-10-11 11:30:45 UTC
Permalink
Post by eko15
...e se provassimo con lo Zyklon B ?
In certi casi, tipo questi qui: http://snipurl.com/idsh
non vedo perché no.



DND.
Joker
2005-10-11 14:43:03 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by eko15
...e se provassimo con lo Zyklon B ?
In certi casi, tipo questi qui: http://snipurl.com/idsh
non vedo perché no.
Però trovo veramente sorprendente che con un click io riesca a sapere
notizie così dettagliate su tutte le cosche della nostra regione sapendo nel
contempo che la maggior parte dei loro esponenti è a piede libero, mentre
un'altra altrettanto nutrita fazione giace sotto qualche metro di terreno.
Il villaggio globale è anche questo. Ma le forze dell'ordine lo sanno?

Joker
Rollcage
2005-10-11 14:52:11 UTC
Permalink
Post by Joker
Però trovo veramente sorprendente che con un click io riesca a sapere
notizie così dettagliate su tutte le cosche della nostra regione sapendo
nel contempo che la maggior parte dei loro esponenti è a piede libero,
mentre un'altra altrettanto nutrita fazione giace sotto qualche metro di
terreno.
Il villaggio globale è anche questo. Ma le forze dell'ordine lo sanno?
Joker
Non sono così dettagliate forse?
Freethinker
2005-10-11 15:08:23 UTC
Permalink
Post by Joker
Però trovo veramente sorprendente che con un click io riesca a sapere
notizie così dettagliate su tutte le cosche della nostra regione sapendo nel
contempo che la maggior parte dei loro esponenti è a piede libero, mentre
un'altra altrettanto nutrita fazione giace sotto qualche metro di terreno.
Il villaggio globale è anche questo. Ma le forze dell'ordine lo sanno?
Io leggo con piacere che ci sono commercianti a portici che non pagano
il pizzo e che denunciano! E chi lo avrebbe mai detto :-)
Neurodisney
2005-10-11 15:25:42 UTC
Permalink
Post by Joker
Però trovo veramente sorprendente che con un click io riesca a sapere
notizie così dettagliate su tutte le cosche della nostra regione sapendo nel
contempo che la maggior parte dei loro esponenti è a piede libero, mentre
un'altra altrettanto nutrita fazione giace sotto qualche metro di terreno.
Il villaggio globale è anche questo. Ma le forze dell'ordine lo sanno?
Ma guarda, a questi livelli di meticolosità o il sito l'ha fatto
un fanatico, o proprio qualcuno che con le forze dell'ordine
ha a che fare.
Io intanto l'ho salvato. L'intero sito.
Freethinker
2005-10-11 11:40:11 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Anzitutto, guardiamo l'oggettività dei fatti.
Napoli è una realtà *agghiacciante*, violenta, disonesta, corrotta,
illegale, caotica, povera e terribilmente *brutta* per quell' 80% di
persone che non possono permettersi casa in zona Chiaia/Posillipo
o Vomero. La provincia è un'immensa bidonville.
*Poi* possiamo guardare ai perché e ai percome, ma non si può
prescindere dal dato oggettivo della realtà quotidiana, che ci dà la
misura di quanto miserrima sia da queste parti la qualità della vita.
Danì il tuo giudizio non è sereno. Non si può accettare, abbi pazienza.
Io sto andando volontariamente e serenamente a vivere in una bidonville
e ci sto portando le mie figlie, che ti devo dire... ma nemmeno
Borghezio e che è!
Post by Neurodisney
Questa città è indiscutibilmente in coma, tutti vorremmo darci da fare
eppure nessuno sa da che parte iniziare.
Si potrebbe iniziare dal NON scappare e lasciare campo libero alla
malanapoli ad esempio, togliersi dalla testa l'idea che qua non si può
fare niente. È un'inizio, un'ipotesi, utopia!
Post by Neurodisney
Cosa farei io?
Rastrellamenti e deportazioni forzate in centri di *cultura*.
Un'esagerazione, ma rende l'idea di come la penso: l'educazione
prima di ogni altra cosa.
Peccato, qualche anno prima e potevi telefonare a Pol Pot per chiedere
come si fa!
Neurodisney
2005-10-11 12:31:34 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Danì il tuo giudizio non è sereno. Non si può accettare, abbi pazienza.
Io sto andando volontariamente e serenamente a vivere in una bidonville
e ci sto portando le mie figlie, che ti devo dire... ma nemmeno
Borghezio e che è!
Portici non è bidonville, come un altro paio di centri vesuviani, Sorrento
e le isole. Concesso.
Ma cosa mi dici di: Arzano, Boscoreale, Boscotrecase, Brusciano,
Caivano, Calvizzano, Cardito, Casamarciano, Casandrino, Casavatore,
Cicciano, Cimitile, Frattaminore, Giugliano, Mariglianella, Marigliano,
Melito, Mugnano, Ottaviano, Qualiano, Quarto, Sant'Antimo, Saviano,
Scisciano, Trecase, Visciano?
Roba da suicidio al risveglio, proprio.
Post by Freethinker
Post by Neurodisney
Rastrellamenti e deportazioni forzate in centri di *cultura*.
Peccato, qualche anno prima e potevi telefonare a Pol Pot per chiedere
come si fa!
Sei sulla linea di Eko... è la prima volta o sbaglio? :)
Esagerazioni a parte, vedi altre armi oltre l'educazione, la proposta
di nuovi modelli significativi, l'accento sul "Gruppo" e sui suoi obiettivi
fin dalla più tenera età?
E come pensi di riuscirci se non metti la gente con le spalle al muro?
sapessi quenti ce ne stanno, che non mandano i figli a scuola, nelle
bidonville... "Mio figlio è nato camorrista e deve morire camorrista"
dicono, più spesso di quanto non scrivano i giornali.
Questi "camorristi" in erba mia madre li invitava a casa qualche
pomeriggio, affinché io potessi giocarci insieme col Nintendo.
Erano ragazzini adorabili, di un'umanità incredibile, finché non
tornavano a casa loro.
Fossi stato Pol Pot, avrei davvero deportato i genitori, a scavare
nel ghiaccio in Alaska!
Visto che ricordandone un paio mi sono commosso, posso giocarmi
un buono-lacrimuccia? Io vado.
Uno di loro mi fece un regalo.
Scardinò quello che doveva essere un accendigas da cucina, sino a
lasciarne una specie di macchinetta da cui si estendeva un filo di
metallo. Premevi la leva, e l'apparecchietto emetteva una leggera
scossa lungo il filo.
Poi mi spiegò per bene dove inserire l'estremità del cavetto nei
videogiochi da bar, che dopo la scossa sarebbero così partiti
senza moneta, facendomi giocare gratis.
Non l'ho mai usato, ma l'ho conservato fino a due anni fa.


DND.
Andy Buckley (Mojopin)
2005-10-11 12:32:54 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Non l'ho mai usato, ma l'ho conservato fino a due anni fa.
Quando l'hai venduto per 120 euro!
:-)
--
Andy Buckley (Mojopin)
www.mojopin.net
La musica è mia madre e mio padre... il mio lavoro e il mio riposo... il
mio sangue... la mia bussola... il mio amore
Neurodisney
2005-10-11 12:49:03 UTC
Permalink
Post by Andy Buckley (Mojopin)
Quando l'hai venduto per 120 euro!
:-)
Lo saprei ricostruire credo, ma hanno cambiato i
videogames!
:)


DND.
Freethinker
2005-10-11 13:35:53 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Portici non è bidonville, come un altro paio di centri vesuviani, Sorrento
e le isole. Concesso.
Ma che concedi... ma secondo te la gente non si sposta, non viaggia?
Quello che i vomeresi dicono oggi per "colpa" della metropolitana a
Portici si dice da 50 anni per la vesuviana. La gente quella è! E ci
sono tutti gli spazi per vivere in modo decente e darsi da fare
degnamente senza fottere nessuno, come fanno tutti quelli che conosco
io. Ma tu chi cazzo frequenti Dani'? :-)
Post by Neurodisney
Sei sulla linea di Eko... è la prima volta o sbaglio? :)
E che vuoi fa! Succede quando non si ha orrore del prossimo ma pure un
po' di "simpatia".
Post by Neurodisney
Esagerazioni a parte, vedi altre armi oltre l'educazione, la proposta
di nuovi modelli significativi, l'accento sul "Gruppo" e sui suoi obiettivi
fin dalla più tenera età?
No ja, me scoccio di fare un'altra volta questa discussione...
Post by Neurodisney
Non l'ho mai usato, ma l'ho conservato fino a due anni fa.
E allora? Pensa te che ho sempre fatto un tifo sfegatato per quelli che
facevano le Luis Vuitton false. Facevano lavorare più gente e
distribuivano meglio il reddito... Neanche più quello mo' :-)
eko15
2005-10-11 13:39:00 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Neurodisney
Portici non è bidonville, come un altro paio di centri vesuviani, Sorrento
e le isole. Concesso.
Ma che concedi... ma secondo te la gente non si sposta, non viaggia?
Quello che i vomeresi dicono oggi per "colpa" della metropolitana a
Portici si dice da 50 anni per la vesuviana. La gente quella è! E ci sono
tutti gli spazi per vivere in modo decente e darsi da fare degnamente
senza fottere nessuno, come fanno tutti quelli che conosco io. Ma tu chi
cazzo frequenti Dani'? :-)
Post by Neurodisney
Sei sulla linea di Eko... è la prima volta o sbaglio? :)
E che vuoi fa! Succede quando non si ha orrore del prossimo ma pure un po'
di "simpatia".
Non è la prima volta Free...sarà che stai scendendo un po più spesso
dal.......tieniti forte........"PIEDISTALLO"?
(so che ti mancava, lo faccio solo per te) ;))
--
Cordialmente eko15
Cipolla
2005-10-11 17:36:25 UTC
Permalink
On Tue, 11 Oct 2005 14:31:34 +0200, "Neurodisney"
Post by Neurodisney
Portici non è bidonville, come un altro paio di centri vesuviani, Sorrento
e le isole. Concesso.
Cimitile,
Ma no, Cimitile non è male... Complesso Paleocristiano di enorme
valore storico e religioso.
Se solo sapessero valorizzarlo appieno, invece...

E' che ci sono vissuto 28 anni, ci sono affezionato...
asleo
2005-10-11 18:44:36 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Portici non è bidonville, come un altro paio di centri vesuviani, Sorrento
e le isole. Concesso.
Grazie, a nome delle cittadine escluse dall'immensa bidonville che circonda
Napoli....
Post by Neurodisney
Ma cosa mi dici di: Arzano, Boscoreale, Boscotrecase, Brusciano,
Caivano, Calvizzano, Cardito, Casamarciano, Casandrino, Casavatore,
Cicciano, Cimitile, Frattaminore, Giugliano, Mariglianella, Marigliano,
Melito, Mugnano, Ottaviano, Qualiano, Quarto, Sant'Antimo, Saviano,
Scisciano, Trecase, Visciano?
Roba da suicidio al risveglio, proprio.
Paesi che conosci bene, vero? Nei quali hai vissuto per anni, giusto?
Guarda, avrei voluto anche risponderti nel merito del post, ma poi il fatto di
vedere questi nomi tutti rigorosamente in ordine alfabetico mi ha fatto pensare
che li hai presi da un elenco gia' bello e fatto da qualche parte e l'hai
copiato qui. Insomma: non ci hai fatto sopra un minimo di analisi critica: tutti
nel mucchio. Ed allora mi sono detto: ma che cazzo perdi a fare il tuo tempo
appresso ad uno che parla per partito preso? Appresso ad uno che rispetta cosi'
tanto la tua intelligenza da non prendersi neanche la briga di pensare con la
sua testa ai paesi da mettere nell'elenco delle bidonville? Davvero non hai
niente di meglio da fare? La risposta non ha lasciato scampo alla replica
articolata che avrei voluto scriverti. Accontentati di questo soliloquio
inconcludente.

that's all.

asleo
Riccardomustodario
2005-10-11 19:41:33 UTC
Permalink
Il 11/10/05 19:44, nell'articolo
Post by Neurodisney
Casamarciano,
mai sentito?
dov'è?


--
Un saluto a volo su Spaccanapoli con gli angeli della luce
100.000 Olmstrom
rAdiomustori
Neurodisney
2005-10-11 20:50:04 UTC
Permalink
Post by asleo
Post by Neurodisney
Ma cosa mi dici di: Arzano, Boscoreale, Boscotrecase, Brusciano,
Caivano, Calvizzano, Cardito, Casamarciano, Casandrino, Casavatore,
Cicciano, Cimitile, Frattaminore, Giugliano, Mariglianella, Marigliano,
Melito, Mugnano, Ottaviano, Qualiano, Quarto, Sant'Antimo, Saviano,
Scisciano, Trecase, Visciano?
Roba da suicidio al risveglio, proprio.
Paesi che conosci bene, vero? Nei quali hai vissuto per anni, giusto?
E questo mi taglia immediatamente fuori da ogni possibilità
di ogni critica, naturalmente.
"Ci hai vissuto *per anni*? no? E allora che cazz parl 'a ffà!".
Come per l'articolo di Bocca.
:)
Post by asleo
Guarda, avrei voluto anche risponderti nel merito del post, ma poi il fatto di
vedere questi nomi tutti rigorosamente in ordine alfabetico mi ha fatto pensare
che li hai presi da un elenco gia' bello e fatto da qualche parte e l'hai
copiato qui.
Ho preso un elenco di tutti i comuni di Napoli, ho eliminato i paesi
che non conosco neanche di striscio e quelli che *personalmente*
considero uguali o peggiori di Acerra (sic!) nella mia *personalissima*
classifica dello squallore supremo, e il resto l'ho copincollato qui.
E' peccato mortale?
Non ho vissuto personalmente in *nessuno* di questi paesi, ma per
ognuno di essi, quando ci sono stato, ho pensato alla follia pura di
un tale degrado.
E non ho incluso i grossi quartieri che non fanno provincia, tipo Barra
o Ponticelli, o quelli immensamente degradati ma che hanno grosse
attrattive storico/culturali (tipo Ercolano).
Post by asleo
Insomma: non ci hai fatto sopra un minimo di analisi critica: tutti
nel mucchio. Ed allora mi sono detto: ma che cazzo perdi a fare il tuo tempo
appresso ad uno che parla per partito preso? Appresso ad uno che rispetta cosi'
tanto la tua intelligenza da non prendersi neanche la briga di pensare con la
sua testa ai paesi da mettere nell'elenco delle bidonville? Davvero non hai
niente di meglio da fare? La risposta non ha lasciato scampo alla replica
articolata che avrei voluto scriverti. Accontentati di questo soliloquio
inconcludente.
Peccato.
Sarebbe stato divertente vederti difendere la bellezza urbanistica
e rurale di Brusciano, o di Sant'Antimo.
Purtroppo non sono alla tua altezza, ma se mi dici che certificati
occorrono per poter criticare liberamente Napoli e l'*incubo*
delle sue periferie, magari qualcosa riesco a procurarmelo.


DND.
Riccardomustodario
2005-10-12 05:31:15 UTC
Permalink
Il 11/10/05 21:50, nell'articolo
Post by Neurodisney
Ho preso un elenco di tutti i comuni di Napoli, ho eliminato i paesi
che non conosco neanche di striscio e quelli che *personalmente*
considero uguali o peggiori di Acerra
cosa faresti per migliorare Acerra?


--
Un saluto a volo su Spaccanapoli con gli angeli della luce
100.000 Olmstrom
rAdiomustori
asleo
2005-10-12 07:59:08 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Purtroppo non sono alla tua altezza, ma se mi dici che certificati
occorrono per poter criticare liberamente Napoli e l'*incubo*
delle sue periferie, magari qualcosa riesco a procurarmelo.
Spero tu sappia bene che non e' questo lo spirito dei miei interventi. In questo
caso glisso. In caso contrario, il nervosismo ti sta facendo andare
completamente fuori strada.
Sai bene che definire "bidonville" un paese intero, bollando implicitamente di
inettitudine o peggio tutti i suoi abitanti, sulla base dei pensieri che ti sono
passati per la testa quando li hai attraversati, e' una operazione di una certa
disonesta' intellettuale. Non c'e' bisogno di nessun certificato per capire
questo. Basta una media capacita' critica. E tu se ti rilassi un attimo, rileggi
quanto hai scritto e ci rifletti un po' sopra, la troverai dentro di te senza
grossi problemi.
O, almeno, te lo auguro.

asleo
Freethinker
2005-10-12 08:18:51 UTC
Permalink
Post by asleo
O, almeno, te lo auguro.
Che poi al di là di tutto, per quello che ho visto io nelle mie
peregrinazioni ciclistiche, Boscotrecase e Ottaviano hanno anche del
bello... come minimo tanto ma tanto verde e palazzi non tanto
scalcinati, se non addirittura antichi e ben tenuti. Ci sono masserie
stupende!

Comunque Asle', avrai capito che qui il problema centrale è quello della
percezione dei luoghi, prima interiori e poi esteriori. Per Neuro almeno
sappiamo per certo che si tratta di processi in totale buona fede.
Altrettanto non mi sento, e non credo, si possa dire per Bocca.
asleo
2005-10-12 08:31:14 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Comunque Asle', avrai capito che qui il problema centrale è quello della
percezione dei luoghi, prima interiori e poi esteriori.
Certo, l'ho capito benissimo. E difatti il mio primo intervento sull'argomento,
qualche giorno fa in un altro thread, e' stato proprio sulle percezioni ("Re:
[OT] Il sogno è finito :(" del 11.10.2005 ore 9.51)
Post by Freethinker
Per Neuro almeno
sappiamo per certo che si tratta di processi in totale buona fede.
Anche questo l'ho capito benissimo. Altrimenti non avrei continuato a scrivere.
Post by Freethinker
Altrettanto non mi sento, e non credo, si possa dire per Bocca.
Non conosco Bocca e non lo seguo come giornalista... ma mi fido di te :)

asleo
Neurodisney
2005-10-12 09:05:39 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Che poi al di là di tutto, per quello che ho visto io nelle mie
peregrinazioni ciclistiche, Boscotrecase e Ottaviano hanno anche del
bello... come minimo tanto ma tanto verde e palazzi non tanto
scalcinati, se non addirittura antichi e ben tenuti. Ci sono masserie
stupende!
Il che fa molto Nanni Moretti in vespa, a Spinaceto...
:)
Post by Freethinker
Comunque Asle', avrai capito che qui il problema centrale è quello della
percezione dei luoghi, prima interiori e poi esteriori. Per Neuro almeno
sappiamo per certo che si tratta di processi in totale buona fede.
Hai centrato il punto, ma non su quelle che sono la *mia*
soggettività e la *mia* percezione.
Quando vedo quei posti di merda, io mi chiedo realmente quale
serenità possa dare la loro percezione a chi ci abita!
Sappiamo tutti quanto sia importante il vivere in un ambiente 'a
misura d'uomo', quanto l'ordine esteriore si rifletta nel mondo
nostro interiore... non ci vuole una cima per realizzare quanto sia
fondamentale.
Hai mai preso il treno (o l'auto) da Napoli - Caserta a salire? Lazio,
Umbria, Toscana... hai visto come cambia la campagna? dalle
discariche di certi campi napoletani, dalle bidonville piazzate accanto
ai tralicci dell'alta tensione, il paesaggio si trasforma sempre più, fino
alla poesia pura della campagna toscana, una realtà neanche
lontanamente paragonabile a quella nostra.
E per dire della città, che dire di Berlino est?
Hai visto cos'hanno saputo fare (in soli 15 anni!) di Kreuzberg e
Friedrichshain?
Si tratta, ripeto, di diversi gradi di civiltà ed intelligenza il
comprendere
o meno l'importanza del contesto in cui si vive.
Altri popoli lo hanno compreso, e quando vai a fargli visita lo senti.
Anche tu lo hai afferrato, se un giorno hai preso tutto e sei andato a
far crescere i bambini in un contesto mille volte più sano di questa
giungla (che poi torni qui, lo attribuisco ad "A momentary lapse
of reason", per dirlo alla Pink Floyd :)).
Hai presente il senso *costante* d'inquietudine che viene mantenuto
ne "L'imbalsamatore"? ecco, non è forse dato dall'ambientazione
agghiacciante? le spiagge luride del litorale casertano ed il grigiume
piatto della provincia cremonese (entrambe realtà che, per motivi
diversi, conosco abbastanza)...
...e non ti vuoi ammazzare di subito!?
Poi, è chiaro, esiste chi non è mai uscito dalle proprie mura, o chi è
illuminato davvero e riesce davvero a godere sempre di ciò che ha,
ma chi ha visto dell'altro e non illuminato come fa?
"Va via". Se se...
Post by Freethinker
Altrettanto non mi sento, e non credo, si possa dire per Bocca.
Non lo dice soltanto Bocca.
Ti leggo un passaggio dall'ultimo, divertente ed istruttivo libro che
sto leggendo ;)

[...]
"Questa distinzione tra parole, pensiero e realtà a Napoli, dove i
buddha abbondano, è ben chiara¹.

¹ Essere buddha, a Napoli, non è un optional come da altre parti:
è obbligatorio, se no non si sopravvive.
[...]


:)))


DND.
Freethinker
2005-10-12 10:04:02 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Il che fa molto Nanni Moretti in vespa, a Spinaceto...
:)
E vorrei ben vedere! Certo che vado in giro con lo stesso spirito di
osservazione e la stessa limpidezza d'animo. Mica mi faccio incrostare
dai pregiudizi, IO!
Post by Neurodisney
Hai centrato il punto, ma non su quelle che sono la *mia*
soggettività e la *mia* percezione.
Ma scusa tu veramente ritieni che per essere retto è felice hai bisogno
di tutto questo armamentario di ordine, pulizia evidente, palazzotti
signorili e compagnia bella? Ma allora IYO solo i ricchi possono essere
felici, non ho capito? E allora che dire degli Yanomami che cagano in
una buca a tre metri dalla capanna dove stanno tutti in grazia del
padreterno e in perfetta armonia?
Post by Neurodisney
misura d'uomo', quanto l'ordine esteriore si rifletta nel mondo
nostro interiore... non ci vuole una cima per realizzare quanto sia
fondamentale.
Ma pure per questo devi parlare per te. Io in totale assenza della
fatiscenza mi faccio immediatamente assalire dal disgusto per il finto.
Uno dei posti più angoscianti in assoluto che ho visto è Klagenfurt, con
i gerani alle finestre che sembravano (o forse erano) di plastica in una
città di plastica, con rumori di plastica e vetrine di plastica! Marò,
che orrore!
Post by Neurodisney
E per dire della città, che dire di Berlino est?
Hai visto cos'hanno saputo fare (in soli 15 anni!) di Kreuzberg e
Friedrichshain?
Eh Berlino! La capitale della prima potenza europea... tu stai parlando
di una dele città più povere dell'ovest europeo, con una persona su 4
che fa letteralmente 'a famm (ovvero sotto la soglia di povertà)! Ma che
cazzo di paragoni so'?
Post by Neurodisney
Si tratta, ripeto, di diversi gradi di civiltà ed intelligenza il
comprendere
Sì vabbé, sei pronto per le camere a gas Dani'...
Post by Neurodisney
Anche tu lo hai afferrato, se un giorno hai preso tutto e sei andato a
far crescere i bambini in un contesto mille volte più sano di questa
giungla (che poi torni qui, lo attribuisco ad "A momentary lapse
of reason", per dirlo alla Pink Floyd :)).
E se fosse il contrario?
Post by Neurodisney
Hai presente il senso *costante* d'inquietudine che viene mantenuto
ne "L'imbalsamatore"? ecco, non è forse dato dall'ambientazione
agghiacciante? le spiagge luride del litorale casertano ed il grigiume
piatto della provincia cremonese (entrambe realtà che, per motivi
diversi, conosco abbastanza)...
...e non ti vuoi ammazzare di subito!?
Ma quando mai... il mare d'inverno, l'orizzonte livido dietro i
grattacieli Coppola in procinto di essere abbattuti, la serenità
improvvisa del ristorante d'estate, caldo, accogliente e incongruo
proprio perché sta là! Le storie in bilico tra tenerezza e laidezza (ma
quanto era oscena la famiglia dei suoceri del nord?). E guardali tutti i
film, non interpretare pro domo tua e basta! :-)
Post by Neurodisney
[...]
"Questa distinzione tra parole, pensiero e realtà a Napoli, dove i
buddha abbondano, è ben chiara¹.
è obbligatorio, se no non si sopravvive.
[...]
Non lo dire in giro che ci ritroviamo la città piena di santoni :-)
Joker
2005-10-12 10:15:33 UTC
Permalink
Ma scusa tu veramente ritieni che per essere retto è felice hai bisogno di
tutto questo armamentario di ordine, pulizia evidente, palazzotti
signorili e compagnia bella? Ma allora IYO solo i ricchi possono essere
felici, non ho capito? E allora che dire degli Yanomami che cagano in una
buca a tre metri dalla capanna dove stanno tutti in grazia del padreterno
e in perfetta armonia?
Questa è filosofia spicciola. E comunque sì, i ricchi vivono meglio e sono
mediamente più felici, dovunque e dappertutto.Il povero contento è retorica
da libro Cuore.
La ricchezza è un dato contestuale, mica assoluto. Anche fra gli Yanomani
c'è chi ha magari la capanna un po' piu' bellina.
E quello è il *ricco* in quel contesto mentre io se andassi là sarei il più
povero dei poveri. Farei ugualmente i bisogni nella buca ma il mio cellulare
o il mio pc portatile al massimo potrebbero servirmi per scavarla meglio.


Joker
eko15
2005-10-12 11:15:13 UTC
Permalink
Post by Joker
Post by Freethinker
Ma scusa tu veramente ritieni che per essere retto è felice hai bisogno
di tutto questo armamentario di ordine, pulizia evidente, palazzotti
signorili e compagnia bella? Ma allora IYO solo i ricchi possono essere
felici, non ho capito? E allora che dire degli Yanomami che cagano in una
buca a tre metri dalla capanna dove stanno tutti in grazia del padreterno
e in perfetta armonia?
Questa è filosofia spicciola. E comunque sì, i ricchi vivono meglio e sono
mediamente più felici, dovunque e dappertutto.Il povero contento è
retorica da libro Cuore.
La ricchezza è un dato contestuale, mica assoluto. Anche fra gli Yanomani
c'è chi ha magari la capanna un po' piu' bellina.
E quello è il *ricco* in quel contesto mentre io se andassi là sarei il
più povero dei poveri. Farei ugualmente i bisogni nella buca ma il mio
cellulare o il mio pc portatile al massimo potrebbero servirmi per
scavarla meglio.
Se mi è consentito, vorrei dire la mia:
E' il concetto di "felicità" che mi sfugge, non capisco cosa intendete tu e
Free.
Che vuol dire felicità?
Ragionando su quello che dice Free, mi trovo d'accordo sul fatto che il
ricco vive meglio, e se il "mediamente" intendeva la quantità di eventi
"positivi", che gli procurano felicità (momentanea), mi trovo concorde anche
su questo.
Se invece si parla di "felicità" intesa come pace d'animo, mi pare evidente
che questo esula dal contesto nel quale ci si trova e dal tipo di società
che regolamenta il mio vivere.
Si può stare in armonia e serenità d'animo tra gli Yanomami come tra i
Caivanesi.
--
Cordialmente eko15
Freethinker
2005-10-12 11:17:01 UTC
Permalink
Post by Joker
Questa è filosofia spicciola. E comunque sì, i ricchi vivono meglio e sono
mediamente più felici, dovunque e dappertutto.Il povero contento è retorica
da libro Cuore.
Spicciola è la filosofia che i soldi non danno la felicità però aiutano.
Quello che non è spicciolo è aspettarsi sempre che venga qualcosa da
fuori a renderci la vita migliore. Perché manca e mancherà SEMPRE qualcosa.

Quanto agli Yanomami vivono (o vivevano) in un'unica capanna grande
abbastanza da accogliere tutti e collaborano e condividono tutto quello
che c'è. Anche le rotture di cazzo. E faticano massimo 3 ore al giorno.
E manco ci pensavano a trasferirsi tra "i ricchi" che qui vengono intesi
in accezione occidentale e moderna.

Volevo solo sottolineare che uno prima o poi lo deve pure accettare un
contesto, uno qualunque, e una volta che ti tocca Mugnano o Timbuktù
all'interno di quel contesto ti muovi e fai del tuo meglio. Altrimenti
continuiamo a scappare per sempre...
Joker
2005-10-12 12:03:44 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Spicciola è la filosofia che i soldi non danno la felicità però aiutano.
Quello che non è spicciolo è aspettarsi sempre che venga qualcosa da fuori
a renderci la vita migliore. Perché manca e mancherà SEMPRE qualcosa.
Certo, se la consideri però un valore assoluto e non un dato tendenziale. Si
tende a stare meglio,ad ssere più sereni ed in una parola felici. E' una
perenne marcia di avvicinamento, mai un traguardo. Però poi il "ricco" ha il
problema della Maserati che quando parte vibra troppo, il "povero" quello
della lista di attesa nell'ospedale
Post by Freethinker
Post by Freethinker
Volevo solo sottolineare che uno prima o poi lo deve pure accettare un
contesto, uno qualunque, e una volta che ti tocca Mugnano o Timbuktù
all'interno di quel contesto ti muovi e fai del tuo meglio. Altrimenti
continuiamo a scappare per sempre...
Perchè no?
Joker
Neurodisney
2005-10-12 10:57:47 UTC
Permalink
Post by Freethinker
E vorrei ben vedere! Certo che vado in giro con lo stesso spirito di
osservazione e la stessa limpidezza d'animo. Mica mi faccio incrostare
dai pregiudizi, IO!
Rena' credimi, io ci provo, ma Gianturco e il rione Luzzatti mi fanno
*sempre* orrore.
Tu che dovresti accogliere ogni possibile verità, hai mai considerato
l'ipotesi che forse fanno *veramente* schifo, e che chi li ha costruiti
deve morire mommò?
Post by Freethinker
Ma scusa tu veramente ritieni che per essere retto è felice hai bisogno
di tutto questo armamentario di ordine, pulizia evidente, palazzotti
signorili e compagnia bella? Ma allora IYO solo i ricchi possono essere
felici, non ho capito? E allora che dire degli Yanomami che cagano in
una buca a tre metri dalla capanna dove stanno tutti in grazia del
padreterno e in perfetta armonia?
Ma chi ha mai detto questo, ma chi nega la felicità degli
Yanomani!
E' l'*amore per le cose* che fa la differenza, l'intelligenza e la
visione in prospettiva di chi progetta, appalta, costruisce e
*mantiene* le cose che fanno parte del proprio ambiente!
Chi afferra questo è il vero ricco, è questo che io intendo per
"diversa civiltà".
I soldi contano poco, la storia ci ha lasciato città meravigliose
costruite di fango cotto al sole, ma questo è possibile solo
facendo le cose con criterio, intelligenza e passione!
A Berlino ho visitato il museo del Bauhaus, museo in sé
deludente, ma che mi ha aperto gli occhi sulle enormi possibilità
di fare Arte (soprattutto architettonica) con poche idee e
quattro soldi, tutta a disposizione delle masse!
Post by Freethinker
Ma pure per questo devi parlare per te. Io in totale assenza della
fatiscenza mi faccio immediatamente assalire dal disgusto per il finto.
Uno dei posti più angoscianti in assoluto che ho visto è Klagenfurt, con
i gerani alle finestre che sembravano (o forse erano) di plastica in una
città di plastica, con rumori di plastica e vetrine di plastica! Marò,
che orrore!
E certo, una spruzzata di degrado non guasta.
Il problema è quando vorresti una spruzzata di buon gusto
nello squallore assoluto...
Post by Freethinker
Eh Berlino! La capitale della prima potenza europea... tu stai parlando
di una dele città più povere dell'ovest europeo, con una persona su 4
che fa letteralmente 'a famm (ovvero sotto la soglia di povertà)! Ma che
cazzo di paragoni so'?
Berlino *oggi* lo è (anzi, neanche più).
Ma ti ricordo che solo 15 anni fa, con la caduta del muro e
la scoperta del 50% di berlinesi che faceva la fame davvero
(tutti da sistemare), si sono trovati con l'economia sconquassata
e la disoccupazione alle stelle.
Come hanno fatto? boh.
Post by Freethinker
Sì vabbé, sei pronto per le camere a gas Dani'...
E ma io che ci posso fare?!
A Friedrichshain hanno fatto il quartiere più alla moda della città
con *buon gusto*, tanto intonaco e qualche secchiata di colore
sfizioso. E *basta*.
A Napoli fanno il progetto SIRENA, primi nella graduatoria per i
finanziamenti finiscono i palazzi degli "amici degli amici", gli appalti
sono tutti truccati, la camorra pretende la tangente e gli ingegneri
sono inetti. Risultato: dopo due anni di lavori (tempo previsto: uno),
il mio palazzo non solo già ricasca a pezzi, ma è pure più brutto
di prima!
Post by Freethinker
Post by Neurodisney
(che poi torni qui, lo attribuisco ad "A momentary lapse
of reason", per dirlo alla Pink Floyd :)).
E se fosse il contrario?
Può essere.
In ogni caso, in bocca al lupo.
Post by Freethinker
Ma quando mai... il mare d'inverno, l'orizzonte livido dietro i
grattacieli Coppola in procinto di essere abbattuti, la serenità
improvvisa del ristorante d'estate, caldo, accogliente e incongruo
proprio perché sta là! Le storie in bilico tra tenerezza e laidezza (ma
quanto era oscena la famiglia dei suoceri del nord?).
Aggiungi a quella famiglia qualche personaggio di Comunione
e Liberazione in giro per casa ed avrai qualcosa di molto
simile a quanto vissuto dal sottoscritto.
Brrr...
Però "la stronza di Cremona" del film era molto gnocca! :)
Post by Freethinker
E guardali tutti i
film, non interpretare pro domo tua e basta! :-)
A me sembra un pò troppo "cervellotica" la tua visione...
ma mi piace! :)
[appropò, "Primo amore" l'hai visto?]
Post by Freethinker
Non lo dire in giro che ci ritroviamo la città piena di santoni :-)
Tu sei già in arrivo mi pare, no? ;)


DND.
Freethinker
2005-10-12 11:33:37 UTC
Permalink
SNIPPONE
E ma io che ci posso fare?!
A Friedrichshain hanno fatto il quartiere più alla moda della città
con *buon gusto*, tanto intonaco e qualche secchiata di colore
sfizioso. E *basta*.
A Napoli fanno il progetto SIRENA, primi nella graduatoria per i
finanziamenti finiscono i palazzi degli "amici degli amici", gli appalti
sono tutti truccati, la camorra pretende la tangente e gli ingegneri
sono inetti. Risultato: dopo due anni di lavori (tempo previsto: uno),
il mio palazzo non solo già ricasca a pezzi, ma è pure più brutto
di prima!
Danì ma se tu nel posto in cui vivi non ci metti gli affetti, il calore,
la rete delle relazioni, i ricordi... ma che cazzo mi significa il
colore dei palazzi? Ma tu veramente fai? Ma fossero pure verde
pistacchio, ma che teng' a vede'? Come fai a considerare le città come
scatole vuote? Io non ti seguo più abbi pazienza.
A me sembra un pò troppo "cervellotica" la tua visione...
ma mi piace! :)
[appropò, "Primo amore" l'hai visto?]
Ma io sono cervellotico! :-) E che vogliamo fa? Le cose storte mi stanno
a pennello!

Primo amore è bellissimo e Garrone è un genio quasi quanto Sorrentino.
Viva il cinema italiano quello vero! Hai capito Aure', metti i soldi
dove si devono mettere in tutti i sensi!
Tu sei già in arrivo mi pare, no? ;)
Infatti figliolo! :-)
lady Hawk
2005-10-12 14:07:07 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Neurodisney
A Friedrichshain hanno fatto il quartiere più alla moda della città
con *buon gusto*, tanto intonaco e qualche secchiata di colore
sfizioso. E *basta*.
A Napoli fanno il progetto SIRENA,[CUT]
Danì ma se tu nel posto in cui vivi non ci metti gli affetti, il calore,
la rete delle relazioni, i ricordi... ma che cazzo mi significa il
colore dei palazzi? Ma tu veramente fai?
Sinceramente credo che stia guardanod il dito e non la luna che il dito
indica, con questa affermazione.
I termini della questione sono la siatuazione di degrato della città di
Napoli, la sua enorme povertà. La presenza ingombrante e tutto-fagocitante
della camorra.
In questo contesto il tenore di vita è molto basso. Quando esci di casa ed i
decibel arrivano alle stelle, quando esci di casa ed attorno a te tutto
quanto è degrado, tu bambino di 10 anni, non tu Freethinker, che
probabilmente hai avuto la tua infanzia in posti accoglienti, bè, tu bambino
di 10 anni.....perdi ogni senso delle cose. Vivi in un mondo senza speranza.
La realtà circostante è importante! Così come l'enorme degrado della città e
dei suoi dintorni sono il segnale di una città in ginocchio, con poche
prospettive economiche e di civiltà. Il degrado è il simbolo della
corruzione e della camorra che impoverisce ogni risorsa, di una città
piegata su se stessa e senza prospettiva al momento.
Poi possimao riempirci la bocca di frasi fatte: la vera felicità è
interiore, ma la verità è che la nostra città è al momento morta, distrutta
economicamente, naturalisticamente, socialmente. E queste frasi sono solo un
modo per non vedere la realtà.
D'altro canto, se il napoletano vedesse la realtà, probabilmente si sarebeb
ribellato e non avrebbe permesso glis cempi accaduti, votando personaggi
allucinanti che poi hanno messo "le mani sulla città". Se il napoletano
invece di accontentarsi del palazzo di Ottaviano che dopo tutto non è male,
si fosse ribellato alla devastazione di uno dei golfi più belli del mondo,
ad una città in cui hanno costruito senza alcun criterio e distrutto un
patrimonio naturalistico e storico....bè, forse non saremmo dove siamo,
forse la camorra non sarebbe quello è....

Ciao
lady Hawk

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
lady Hawk
2005-10-12 14:23:24 UTC
Permalink
Post by lady Hawk
I termini della questione sono la siatuazione di degrato della città di
Napoli, la sua enorme povertà. La presenza ingombrante e tutto-fagocitante
della camorra.
In questo contesto il tenore di vita è molto basso. Quando esci di casa ed i
decibel arrivano alle stelle, quando esci di casa ed attorno a te tutto
quanto è degrado, tu bambino di 10 anni, non tu Freethinker, che
probabilmente hai avuto la tua infanzia in posti accoglienti, bè, tu bambino
di 10 anni.....perdi ogni senso delle cose. Vivi in un mondo senza speranza.
Spiego meglio il senso. Non si può pensare di educare alla legalità,
di far sviluppare il senso dello Stato e delle Istituzioni quando le
persone vivono in un simile degrado. Come fai a speigare cosa sia lo
Stato a chi non lo vede mai, come fai a spiegare il senso della
collettività in realtà così squallide. Come fai a speigare ad un
bambino di 10 anni di Scampia perchè le regole vanno rispettate, che
lo Stato è lui....se a lui la vita non ha dato nulla che degrado?Se
quello che vede attorno a se è degrado e violenza? Se per loro lo
Stato non ha mai fatto nulla? Non è praticamente possibile...e così
crescono generazioni di senza speranza e senza regole....e senza senso
dello Stato...

Ciao
lady Hawk

P.S.2 Senza contare che psicologicamente per chiunque ha un impatto se
la mattina ti svegli e vedi attorno a te la tua stanza carina e
bellina, l'alberello fuori con il laghetto e gli uccellini ed invece ti
svegli e trovi attorno a te una stanza diroccata e sopraffollata e
fuori lo squallore più totale.
Freethinker
2005-10-12 14:30:59 UTC
Permalink
Post by lady Hawk
Così come l'enorme degrado della città e
dei suoi dintorni sono il segnale di una città in ginocchio, con poche
prospettive economiche e di civiltà. Il degrado è il simbolo della
corruzione e della camorra che impoverisce ogni risorsa, di una città
piegata su se stessa e senza prospettiva al momento.
Poi possimao riempirci la bocca di frasi fatte: la vera felicità è
interiore, ma la verità è che la nostra città è al momento morta, distrutta
economicamente, naturalisticamente, socialmente. E queste frasi sono solo un
modo per non vedere la realtà.
Eh? Io non capisco proprio più di che state parlando. Io vivo in una
bella città, incasinata come molte altre (ma da Londra si possono
veramente scagliare pietre?). Mi spiace per tutti quelli che vivono in
questo cesso che descrivete tu e Danilo, ma io proprio non lo conosco.
Perché non venite a vivere qui invece? :-)

Gentile Lady, io non mi riempio la bocca con un bel niente, vivo nel
posto che più mi ha reso e mi rende felice tra quelli che ho visitato e
vissuto, e stop. Il luogo comune massimo per questa città è proprio "Il
degrado è il simbolo della corruzione e della camorra che impoverisce
ogni risorsa, di una città piegata su se stessa e senza prospettiva al
momento". Poi ci si riempie molto di più la bocca a gettare palate di
merda su qualcuno, ti assicuro. Anche perché ci fa sentire "migliori",
quando non lo siamo affatto! Bocca docet!
Post by lady Hawk
D'altro canto, se il napoletano vedesse la realtà, probabilmente si sarebeb
ribellato e non avrebbe permesso glis cempi accaduti, votando personaggi
allucinanti che poi hanno messo "le mani sulla città". Se il napoletano
invece di accontentarsi del palazzo di Ottaviano che dopo tutto non è male,
Scusa ma tu conosci un po' la storia della città che ti ospita? Non
ricordo ribellioni in nessuno slum di quel gabinetto che fu Londra anche
in pieno Impero! Ma che moda è mai questa? Tutti si sentono in diritto
di alzarsi e sputare... occhio gente che il passo al disprezzo razziale
è molto ma molto breve.
Post by lady Hawk
si fosse ribellato alla devastazione di uno dei golfi più belli del mondo,
ad una città in cui hanno costruito senza alcun criterio e distrutto un
patrimonio naturalistico e storico....bè, forse non saremmo dove siamo,
forse la camorra non sarebbe quello è....
Ma chissà... nel frattempo mi godo quello che c'è. E chissà se ce la
faccio con il tempo che mi rimane!
Achille C
2005-10-12 17:08:17 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Eh? Io non capisco proprio più di che state parlando. Io vivo in una
bella città, incasinata come molte altre (ma da Londra si possono
veramente scagliare pietre?). Mi spiace per tutti quelli che vivono in
questo cesso che descrivete tu e Danilo, ma io proprio non lo conosco.
Perché non venite a vivere qui invece? :-)
Eh no, Free! Tu ci starai anche bene a Napoili, ma resta sempre il fatto
che esistono dei parametri oggettvi su cui valutare - diciamo - le
"prestazioni" di una città, e Napoli non ne soddisfa molti. Sebbene questi
parametri non rendano felici nessuno, e prova ne è che tu non saresti così
felice altrove, mentre la Danimarca e il paese con il più alto numero di
suicidi al mondo (questa la devo verificare, però), restano comunque
parametri guida per valutare ciò che non va e cosa fa regredire invece che
progredire la città.
Altrimenti, possiamo dire a Jervo/Basso-lino che la gente è felice e si
tratta solo di dare una rinfrescata qua e là.
E poi c'è il discorso della gente. Quello che per me è più grave di
qualche restauro non fatto a Spaccanapoli. Non sarò molto politically
correct adesso, ma difficilmente ho trovato tante persone che mi davano
fastidio come a Napoli. Maleducati, prepotenti, arroganti e attaccabrighe
ci stanno ovunque, ma mai mi è stato così facile incapparvici come a
Napoli.
C'è anche tanta brava gente, che più simpatica non se ne trova, è vero, ma
alla fine ho preferito rinunciare anche a loro pur di perdere i primi.

Achille

PS. Se mi fai l'esempio di Londra però, ti dico che io sono scappato anche
da là.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
lady Hawk
2005-10-12 19:02:44 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Eh? Io non capisco proprio più di che state parlando. Io vivo in una
bella città, incasinata come molte altre (ma da Londra si possono
veramente scagliare pietre?). Mi spiace per tutti quelli che vivono in
questo cesso che descrivete tu e Danilo, ma io proprio non lo conosco.
Perché non venite a vivere qui invece? :-)
Innanzitutto chiariamo un fatto, io adesso vivo a Londra, ma fino a 4 anni
fa viveno a Napoli. A Napoli ci sono cresciuta, a Napoli ho studiato, a
Napoli ho i miei più cari amici ed i familiari, quindi non parlo da
"piemontese", ma parlo dal punto di vista di chi la città la conosce.
Post by Freethinker
Gentile Lady, io non mi riempio la bocca con un bel niente, vivo nel
posto che più mi ha reso e mi rende felice tra quelli che ho visitato e
vissuto, e stop.
Visitato, appunto...ma in nessuno hai vissuto. La differenza è abissale. Se
avessi fatto l'esperienza di viverci in un posto diverso, allora potresti
capire l'enorme differenza.
Post by Freethinker
Scusa ma tu conosci un po' la storia della città che ti ospita? Non
ricordo ribellioni in nessuno slum di quel gabinetto che fu Londra anche
in pieno Impero!
Gli Inglesi sono stati i primi ad avere una carta costituzionale, a limitare
il potere del sovrano. Sono stati i primi a fare una rivoluzione, Cromwell
nel '600, ben prima della Francia. Si sono liberati tra i primi
dell'oppressione della Chiesa di Roma nel '500. Alla fine della seconda
guerra mondiale sono usciti con le ossa rotta, negli anni '70 e '80 hanno
pagato con lacrime e sangue la fine del loro sistema industriale fondato
ancora sulle concezioni imperiali e oggi Londra è la città con il più alto
tenore di vita. C'è stato il più spettacolare ed imponente recupero di area
industriale del mondo: nel South Bank e nelle Docklands. Manchester è una
città che ha recuperato vita e spessore. Londa è una città di 10 milioni di
abitanti dove gli autobus passano puntuali, dove esci di casa sali sul bus e
ti siedi ed anche se nelle ore di punta non puoi sederti, cqe, sai che passa
un autobus ogni 2-5 min, dove lasci l'auto senza blocco anche nei sobborghi.
Adesso piano piano si sta riprendendo anche Liverpool. Quando la Signora
Thatcher, al cui operato oggi la GB deve il suo recupero, esagerò con la
poll tax, scesero in milioni per strada e la signora di ferro fu costretta a
dimettersi. Insomma le loro rivoluzioni le hanno fatte e come, ma quando
penso a "ribellioni" non intendo sommosse di popolo. Intendo, invece, la
capacità di un popolo tramite il diritto di voto di cancellare una classe
politica corrotta o che ha operato male, intendo un popolo che quando sali
sull'autobus e non paghi ti cazzeano tutti e l'autista chiama la polizia,un
paese in cui in fila si mette pure il drogato, perchè se la scavalca, sono
stesso gli adetti dietro al bancone che gli ricordano che c'è una fila e
saltarla non è rispettoso degli altri. Parlo di un popolo che quando non
rispetti il semaforo o attraversi la strada quando è rosso per i pedoni ti
mandano a quel paese e ti fanno fare il "caccone" accelerando. Questi
piccoli gesti, sono "ribellione" a quanto di marcio c'è in giro. Un popolo
che ha messo in carcere un ministro per aver usato i soldi del contribuente
per pagare la camera di albergo della figlia. Queste sono piccole e
singificative "ribellioni". E soprattutto, la più grande delle "ribellioni":
IL VOTO. Se il polito è una schifezza nn si rivota. Tony Blair è uscito
dalle urne dimezzato (il labour ha vinto solo perchè come scriveva
l'Economist gli altri facevano prorpio pena)...e già si sapeva dopo le urne
che avrebbe ceduto il testimonial a Brown a metà della corsa...poi gli
attentati di Londra gli hanno dato un po' di respiro....Per me queste sono
"ribellioni" importanti.
Post by Freethinker
Ma che moda è mai questa? Tutti si sentono in diritto
di alzarsi e sputare... occhio gente che il passo al disprezzo razziale
è molto ma molto breve.
Non c'entra proprio nulla il disprezzo razziale...Disprezzo razziale di chi
verso chi? E poi mica è detto che di Napoli possono parlare solo i
napoletani, questa esclusiva mi pare infondata. A volte dal di fuori si
possono vedre cose che dal di dentro non si vedono...O, cqe, può essere
un'angolazione utile a chi sta dal di dentro per vedere le cose con più
chiarezza...Io credo che finchè non ammetteremo di "stare alla frutta", non
inizieremo mai la risalita.


Ciao
lady Hawk

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Neurodisney
2005-10-12 19:21:10 UTC
Permalink
Post by lady Hawk
Gli Inglesi sono stati i primi ad avere una carta costituzionale, a limitare
il potere del sovrano. Sono stati i primi a fare una rivoluzione, Cromwell
nel '600, ben prima della Francia. Si sono liberati tra i primi
dell'oppressione della Chiesa di Roma nel '500. Alla fine della seconda
guerra mondiale sono usciti con le ossa rotta, negli anni '70 e '80 hanno
pagato con lacrime e sangue la fine del loro sistema industriale fondato
ancora sulle concezioni imperiali e oggi Londra è la città con il più alto
tenore di vita. C'è stato il più spettacolare ed imponente recupero di area
industriale del mondo: nel South Bank e nelle Docklands. Manchester è una
città che ha recuperato vita e spessore. Londa è una città di 10 milioni di
abitanti dove gli autobus passano puntuali, dove esci di casa sali sul bus e
ti siedi ed anche se nelle ore di punta non puoi sederti, cqe, sai che passa
un autobus ogni 2-5 min, dove lasci l'auto senza blocco anche nei sobborghi.
Adesso piano piano si sta riprendendo anche Liverpool. Quando la Signora
Thatcher, al cui operato oggi la GB deve il suo recupero, esagerò con la
poll tax, scesero in milioni per strada e la signora di ferro fu costretta a
dimettersi. Insomma le loro rivoluzioni le hanno fatte e come, ma quando
penso a "ribellioni" non intendo sommosse di popolo. Intendo, invece, la
capacità di un popolo tramite il diritto di voto di cancellare una classe
politica corrotta o che ha operato male, intendo un popolo che quando sali
sull'autobus e non paghi ti cazzeano tutti e l'autista chiama la polizia,un
paese in cui in fila si mette pure il drogato, perchè se la scavalca, sono
stesso gli adetti dietro al bancone che gli ricordano che c'è una fila e
saltarla non è rispettoso degli altri. Parlo di un popolo che quando non
rispetti il semaforo o attraversi la strada quando è rosso per i pedoni ti
mandano a quel paese e ti fanno fare il "caccone" accelerando. Questi
piccoli gesti, sono "ribellione" a quanto di marcio c'è in giro. Un popolo
che ha messo in carcere un ministro per aver usato i soldi del
contribuente
Post by lady Hawk
per pagare la camera di albergo della figlia. Queste sono piccole e
IL VOTO. Se il polito è una schifezza nn si rivota. Tony Blair è uscito
dalle urne dimezzato (il labour ha vinto solo perchè come scriveva
l'Economist gli altri facevano prorpio pena)...e già si sapeva dopo le urne
che avrebbe ceduto il testimonial a Brown a metà della corsa...poi gli
attentati di Londra gli hanno dato un po' di respiro....Per me queste sono
"ribellioni" importanti.
Non c'entra proprio nulla il disprezzo razziale...Disprezzo razziale di chi
verso chi? E poi mica è detto che di Napoli possono parlare solo i
napoletani, questa esclusiva mi pare infondata. A volte dal di fuori si
possono vedre cose che dal di dentro non si vedono...O, cqe, può essere
un'angolazione utile a chi sta dal di dentro per vedere le cose con più
chiarezza...Io credo che finchè non ammetteremo di "stare alla frutta", non
inizieremo mai la risalita.
CHAPEAU!
Eugenio
2005-10-12 19:24:17 UTC
Permalink
Parlo di un popolo che quando non rispetti il semaforo o
attraversi la strada quando è rosso per i pedoni ti mandano a quel
paese e ti fanno fare il "caccone" accelerando.
Questo lo fanno anche in Italia. E pure quando è verde! :-)
Riccardomustodario
2005-10-12 20:25:36 UTC
Permalink
Il 12/10/05 20:02, nell'articolo
Post by Freethinker
Eh? Io non capisco proprio più di che state parlando. Io vivo in una
bella città, incasinata come molte altre (ma da Londra si possono
veramente scagliare pietre?).
con laseromania la pietra la puoi scagliare pure su marte - basta avere la
tecnologia.
intanto le pietre iniziarono a cadere che io avevo scritto ehilà pietra dove
vai - no io per la verità vengo dalla montagna ... eccetera eccetera e la
cosa piaceva e figurati gli speculatori - ovvio
--
Tra Woodoo dei Preti Cinesi e Leghisti noi del Sud stiamo proprio messi male
qualora volessimo proporre qualcosa d'originale.

face&Bene
rimudaSirePope
AdoremusComputerLuceInTerraStellare una realtà per far rinascere i morti
'Nhuè 'nhuè voglio a mammà & papà 'Nhuè 'nhuè DNA
Freethinker
2005-10-12 21:35:42 UTC
Permalink
lady Hawk wrote:

Faccio notare en passant che ho vissuto (ma proprio vissuto) a Edinburgo
per poco e a in brianza e a Milano per 8 anni, il dippio del tempo che
tu hai passato lontano di qua... che pensi di essere speciale? E sono
tornato MIA SPONTE!
SNIP
Post by lady Hawk
dalle urne dimezzato (il labour ha vinto solo perchè come scriveva
l'Economist gli altri facevano prorpio pena)...e già si sapeva dopo le urne
che avrebbe ceduto il testimonial a Brown a metà della corsa...poi gli
attentati di Londra gli hanno dato un po' di respiro....Per me queste sono
"ribellioni" importanti.
Faccio fatica a credere a quante sciocchezze si possano concentrare in
un post. Cromwell un rivoluzionario come Robespierre? Le classi
politiche che si cancellano con il voto (e da quando?)? È una sfilza
sciocca e inutile di chiacchiere su autobus in orario, Thatcher
miracolosa che si dimette per le dimostrazioni contro la Poll Tax (???),
e la sempiterna fila all'inglese. Non hai risposto alla mia domanda:
conosci la storia di Londra? Quando scrivi "C'è stato il più
spettacolare ed imponente recupero di area industriale del mondo: nel
South Bank e nelle Docklands" sai perché si è dovuto recuperare? Sai
quanta gente per secoli ci è morta per le malattie più schifose? Hai mai
visto i disegni di Hogarth tanto per intenderci sulle radici? Io non ho
capito che vuoi dimostrare... siamo alle solite, un altro livello di
civiltà? Siamo sempre con il metro alto basso (fornito poi da chi?) in
mano? E veniteci a bombardare come avete fatto a Baghdad, portateci la
libertà e la civiltà!

I "popoli" non si fermano al rosso. Al massimo le "persone" si fermano
al rosso. I razzisti chiamano le persone "popoli" generalizzando a
proprio piacimento.
Post by lady Hawk
possono vedre cose che dal di dentro non si vedono...O, cqe, può essere
un'angolazione utile a chi sta dal di dentro per vedere le cose con più
chiarezza...
Ma quale angolazione? Le cose o le vivi o non le vivi!
Post by lady Hawk
Io credo che finchè non ammetteremo di "stare alla frutta", non
inizieremo mai la risalita.
Io credo che fino a che non ci sarà una visione obiettiva del buono e
del cattivo che c'è qui come altrove, non si potrà nemmeno iniziare una
discussione seria su quello che c'è da fare. Il resto come si diceva è
chiacchiera da baraccone tra autocommiserazione e autocompiacimento. Mi
sforzo di non cadere in nessuno di questi due vizi capitali per
l'intelligenza.
Joker
2005-10-12 14:50:16 UTC
Permalink
Post by lady Hawk
Sinceramente credo che stia guardanod il dito e non la luna che il dito
indica, con questa affermazione.
I termini della questione sono la siatuazione di degrato della città di
Napoli, la sua enorme povertà. La presenza ingombrante e tutto-fagocitante
della camorra.
E ci siamo
Post by lady Hawk
In questo contesto il tenore di vita è molto basso.
Non sono d'accordo

Quando esci di casa ed i
Post by lady Hawk
decibel arrivano alle stelle, quando esci di casa ed attorno a te tutto
quanto è degrado, tu bambino di 10 anni, non tu Freethinker, che
probabilmente hai avuto la tua infanzia in posti accoglienti, bè, tu bambino
di 10 anni.....perdi ogni senso delle cose. Vivi in un mondo senza speranza.
La realtà circostante è importante! Così come l'enorme degrado della città e
dei suoi dintorni sono il segnale di una città in ginocchio, con poche
prospettive economiche e di civiltà. Il degrado è il simbolo della
corruzione e della camorra che impoverisce ogni risorsa, di una città
piegata su se stessa e senza prospettiva al momento.
Non ce l'ho con te, il tuo post è solo un pretesto, ma sinceramente mi sono
stufato di sentire e leggere le solite cose trite e ritrite sulla città.
Sono cose ovvie, se perfino chi l'ha attraversata "con i trampoli", magari
solo per prendere un aliscafo per le isole per poi tornarsene nelle sue
civilissime montagne piemontesi, può parlarne con presunta cognizione di
causa.
La città è sempre sotto la lente di ingrandimento.E' la più osservata,
descritta e vivisezionata d'Italia, se non del mondo. Tutti hanno la loro
esperienza che chissà perchè,è sempre "particolare" nel bene o nel male ma
mai
ordinaria. Una volta un conoscente mi disse: ci sono troppi luoghi comuni su
Napoli, pensa che ci sono venuto due volte in macchina e mica me l'hanno
rubata",Come se fosse un'equazione matematica dove l'incognita è il bene e
la certezza il male.Una città, che ha esportato tutto di sè. Dai morti
ammazzati, fino alla pizza e caso unico del suo genere, perfino il suo
dialetto.Non è mai capitato altrove, nemmeno questo.
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo.
Cerchiamo di vendere un po' di meno ed acquistare un po' di più e proviamo
di avvicinarci a quella "normalità" che pare essere per Napoli un traguardo
irraggiungibile compressi come siamo fra l'autocommiserazione ed il
compiacemento della nostra diversità
Una rivoluzione culturale che solo dalla città stessa puo' e deve partire,
pilotata dalla società civile che da qualche parte c'è anche qua.
Iniziamo tutti a fare qualcosa, individualmente, che non costi troppa fatica
nè troppi rischi. Denunciamo il furto, rispettiamo i semafori e gettiamo
l'immondizia nei contenitori ma non aspettiamoci aiuti esterni, non ce ne
saranno mai e quando in passato pure arrivarono avevano la stessa immagine
dei soldi che ti presta l'usuraio.
Quando riprenderemo ad essere maggioranza ce la potremo fare ma senza
fazzolettini sventolati e lacrime napulitane

Joker
Freethinker
2005-10-12 15:36:03 UTC
Permalink
Post by Joker
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo.
Questa non so se è tua, ma mi è piaciuta assai!
Post by Joker
Una rivoluzione culturale che solo dalla città stessa puo' e deve partire,
pilotata dalla società civile che da qualche parte c'è anche qua.
Ma deve partire ancora prima dalla percezione che "se po' fa" altrimenti
è inutile. Quando uno si fa in testa un quadro mentale come quello dei
nostri amici qui, né ma che può più aspettarsi dalla città e dalla vita
in città. IO so PER CERTO che le cose NON STANNO COSI'! E diamine. Poi
passiamo, come si diceva in privato, a vedere chi ten 'a capa cchiu
tosta con quegli altri signori lì. Ma solo POI, IMHO.
Post by Joker
Iniziamo tutti a fare qualcosa, individualmente, che non costi troppa fatica
Ma facciamo il nostro lavoro in modo decente che è già tantissimo...
Joker
2005-10-12 17:57:31 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Joker
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo.
Questa non so se è tua, ma mi è piaciuta assai!
Made in joker's mind.

Cioè è mia. Mi fa piacere che l'abbia gradita
Post by Freethinker
Post by Joker
Post by Freethinker
Ma facciamo il nostro lavoro in modo decente che è già tantissimo...
E' molto non è tutto. E' qualcosa

Joker
Joker
2005-10-12 17:57:31 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Joker
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo.
Questa non so se è tua, ma mi è piaciuta assai!
Made in joker's mind.

Cioè è mia. Mi fa piacere che l'abbia gradita
Post by Freethinker
Post by Joker
Post by Freethinker
Ma facciamo il nostro lavoro in modo decente che è già tantissimo...
E' molto non è tutto. E' qualcosa

Joker
Joker
2005-10-12 17:57:31 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Joker
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo.
Questa non so se è tua, ma mi è piaciuta assai!
Made in joker's mind.

Cioè è mia. Mi fa piacere che l'abbia gradita
Post by Freethinker
Post by Joker
Post by Freethinker
Ma facciamo il nostro lavoro in modo decente che è già tantissimo...
E' molto non è tutto. E' qualcosa

Joker
Pepito
2005-10-12 17:15:06 UTC
Permalink
Post by Joker
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo.
Bella, veramente bella questa descrizione di Napoli
Peppe
Neurodisney
2005-10-12 17:47:49 UTC
Permalink
"Joker" <***@freemail.it> ha scritto nel messaggio news:dij8ag$da2$***@area.cu.mi.it...

[cut]
Post by Joker
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo. [cut]
Bella immagine!
'azz, allora la vecchiaia a qualcosa serve! ]:)))


DND.
lady Hawk
2005-10-12 19:30:20 UTC
Permalink
Post by Joker
Post by lady Hawk
Sinceramente credo che stia guardanod il dito e non la luna che il dito
indica, con questa affermazione.
I termini della questione sono la siatuazione di degrato della città di
Napoli, la sua enorme povertà. La presenza ingombrante e
tutto-fagocitante
Post by Joker
Post by lady Hawk
della camorra.
E ci siamo
Post by lady Hawk
In questo contesto il tenore di vita è molto basso.
Non sono d'accordo
Come fai a non essere d'accrodo? Che rispetto ad altre città sia povera si
vede ovunque, d'altro canto avendo un sistema produttivo che rasenta la
nullità non vedo come potrebbe essere diversamente. Che gli standard di vita
siano bassi sono dati oggettivo....Su cosa basi il tuo non essere d'accrdo?
Post by Joker
Non ce l'ho con te, il tuo post è solo un pretesto,
Figurati no problem...
Post by Joker
Sono cose ovvie, se perfino chi l'ha attraversata "con i trampoli", magari
solo per prendere un aliscafo per le isole per poi tornarsene nelle sue
civilissime montagne piemontesi, può parlarne con presunta cognizione di
causa.
Quindi sono fatti veri...e non invenzioni di me e Nerodisney....
Post by Joker
La città è sempre sotto la lente di ingrandimento.E' la più osservata,
descritta e vivisezionata d'Italia, se non del mondo.
No, non sono d'accordo, è solo quella più nelle cronache nere. Le analisi
sulla città e soprattutto quello che veramente andrebbe fatto....sono poche.
Post by Joker
E' una grande puttana al contrario che vende il suo oro ma anche le sue
patacche a tutti, ma dagli altri non compra nulla con una taccagneria che
rasenta l'autoflagellazione ed il masochismo.
Cerchiamo di vendere un po' di meno ed acquistare un po' di più e proviamo
di avvicinarci a quella "normalità" che pare essere per Napoli un traguardo
irraggiungibile compressi come siamo fra l'autocommiserazione ed il
compiacemento della nostra diversità
Scusami, Joker, nn vedo francamente dove la tua posizione sia diversa dalla
mia o da quella di Nero. Stai dicendo che la città sta alla frutta....ed
invece di compiacerci (come a me pare faccia Freethinker) dovremmo invece
capire che l'obiettivo è quella "normalità" - che significa l'essere nelle
regole, inseguendo degli standard di vita più alti etc. - che ci manca
completamente....Sarò cretina, ma su questo mi pare che ci dia ragione....
Post by Joker
Una rivoluzione culturale che solo dalla città stessa puo' e deve partire,
Sono d'accordo, nel senso che dici dopo, i napoletani devono cambiare la
loro mentalità, anche nelle piccole cose, come la carta per terra ed il
semaforo rosso, nel quale rientra anche il non votare quel politico che la
città l'ha mangiata o rovinata. Non sono, però, d'accrodo su larga scala. Mi
spego meglio. Un grande problema della città è la criminalità organizzata,
area di forti sacche di povertà e di degrado...e qui ci vogliono servizi di
intelligence e controllod del territorio, ma ci vogliono anche piani
intelligenti per intervenire sui bambini ai quali poter dare modelli
alternativi (ma per questo non ci volgioni insegnanti lasciati alla loro
fantasia ed estro, ma personale ben addestrato, specificamente addestrato
per queste realtà con corsi seri di pedagogia. Ci vogliono corsi di studio
specificamente pensati per questi allievi di queste realtà). Per migliorare
quartieri allucinanti e per creare quelle condizioni che possano permettere
ad imprese di investire e a napoletani di iniziare le loro attività liberi
del pizzo, ma anche senza dei tassi di interesse strozzanti da parte delle
banche. Perchè nn si è potuto fare come in Spagna ed Irlanda? Paesi che 20
anni fa erano niente? La prima cosa per recuperare sacche di disagio, fette
di popolazioni che vivono fuori dalla società e dalle sue regole è creare
ricchezza o, meglio ancora, creare le condizioni per cui si può creare
ricchezza. Ma per creare ricchezza non basta la volontà del singolo....ci
vuole un tessuto che permetta di sgombrare il campo dalla criminilaità (e
qui ci vuole uno stato determinato con ogni mezzo a partire dall'uso
massiccio dell'intelligence, coadiuvato da cittadini desiderosi di
cambiare...ma il cittadino da solo....non può far nulla, perchè sei
perdente); bisogna sgombrare il campo dai politici corrotti (qui ci vuole il
cittadino che fa il suo dovere nelle urne) e piani economici sensati (non
tipo progetto Italsider o cassa per il mezzogiorno), intesi come idee
intelligenti che permettano alla fantasia napoletana ed alla capacità
imprenditoriale napoletana di svilupparsi (e qui ci vogliono economisti con
idee intelligenti, risorse degli enti statali e sempre politici onesti).
Aggiungo un ultima cosa se si iniziasse a creare ricchezza si potrebbe
pensare a piani di recupero urbano di molte aree degradate (ma per farlo
bisgnerebbe eliminare classi politiche corrotte e bisognerebbe combattere
l'evasione fiscale).
La tua visione è letterariamente suggestiva, ma incompleta e, senza offesa,
un po' semplificativa. Il recupero di uan città coem Napoli passa atraverso
una serie di passaggi e uan sinergia di idee, volontà e risorse, non basta
la "rivoluzione culturale" della sola città, che rimane una tappa
importante, ma che si può realizzare in una visione più sinottica,
altriementi, se non c'è il resto non ci potrà mai essere rivoluzioen
culturale. Nessuna rivoluzione di fa a stomaco vuoto.

Ciao
lady Hawk



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Joker
2005-10-12 20:31:21 UTC
Permalink
Post by lady Hawk
Post by lady Hawk
Come fai a non essere d'accrodo? Che rispetto ad altre città sia povera si
vede ovunque, d'altro canto avendo un sistema produttivo che rasenta la
nullità non vedo come potrebbe essere diversamente. Che gli standard di vita
siano bassi sono dati oggettivo....Su cosa basi il tuo non essere d'accrdo?
Perchè un'altra balla è che Napoli sia una città *povera*. Povera è
Calcutta, povero è il Mali, non Napoli. A Napoli la gente non muore di fame
come altrove.
Il sommerso e la malavita assicurano uno standard di vita più che decoroso,
aldilà delle statistiche e del percepito "luogocomunista". A Napoli chiudono
i bar ma aprono le banche.
Post by lady Hawk
Quindi sono fatti veri...e non invenzioni di me e Nerodisney....
Sono cose ovvie che a ripeterle non si dice nulla di realmente nuovo.
E' come sparare sul pianista o come mettere Battisti sul giradischi in una
festa di vecchi amici, funziona sempre.
Post by lady Hawk
Scusami, Joker, nn vedo francamente dove la tua posizione sia diversa dalla
mia o da quella di Nero. Stai dicendo che la città sta alla frutta....ed
invece di compiacerci (come a me pare faccia Freethinker) dovremmo invece
capire che l'obiettivo è quella "normalità" - che significa l'essere nelle
regole, inseguendo degli standard di vita più alti etc. - che ci manca
completamente....Sarò cretina, ma su questo mi pare che ci dia ragione....
Non vedere sempre in termini di torto o ragione, non siamo in tribunale.Mi
dà sinceramente fastidio l'autocompiacimento nel ripetere gli stessi
concetti
che arrivano all'inevitabile "fujtevenne" di eduardiana memoria.
Chi se n'è andato, chi vorrebbe andarsene .Liberi di fare le proprie scelte
ma se uno se ne va poi dopo appartiene a chi gli mette il piatto a tavola.Io
appartengo a chi mi dà da mangiare.
Ciao

Joker
Freethinker
2005-10-12 21:48:04 UTC
Permalink
Post by Joker
Perchè un'altra balla è che Napoli sia una città *povera*. Povera è
Calcutta, povero è il Mali, non Napoli. A Napoli la gente non muore di fame
come altrove.
Ops... ma lo dice l'Istat scusa. :-) Comunque tutto sta al metro di
paragone che scegli. Napoli in rapporto alla media delle città
dell'europa occidentale è una città povera. Produce proprio poco, ci sta
niente da fa. E detto tra parentesi, Calcutta nun ce vede proprio come PIL!
Post by Joker
Chi se n'è andato, chi vorrebbe andarsene .Liberi di fare le proprie scelte
ma se uno se ne va poi dopo appartiene a chi gli mette il piatto a tavola.Io
appartengo a chi mi dà da mangiare.
Come a mamma e papà! Amen... comunque nel mio caso non sarebbe
esattamente così. Uno può essere economicamente "avvitato" altrove e
vivere dove *desidera*. Come nel mio caso. Le radici so' radici e i
denari so' denari.
lady Hawk
2005-10-12 22:30:38 UTC
Permalink
Post by Joker
Perchè un'altra balla è che Napoli sia una città *povera*. Povera è
Calcutta, povero è il Mali, non Napoli. A Napoli la gente non muore di fame
come altrove.
Vedi la risposta di freethinker, quindi snippo.
Post by Joker
Non vedere sempre in termini di torto o ragione, non siamo in tribunale.
??...se fai un intervento per dire "nn sono d'accordo", allora "stai dando
torto"...ma a me era parso che alla fine arrivassi alle stesse conclusioni
nostre, ma in forma diversa....
Post by Joker
Mi
dà sinceramente fastidio l'autocompiacimento nel ripetere gli stessi
concetti
che arrivano all'inevitabile "fujtevenne" di eduardiana memoria.
Il concetto non è "fuirsene" o meno. Io non me ne sono fuggita, mi sono
"delocalizzata" per necessità. Il concetto e la riflessione è un'altra:
com'è la vera realtà della città? Le sue condizioni? Che prospettive ha
rebus sic stantibus? Di cosa avrebbe veramente bisogno per recuperare?Da
dove e come cominciare? Ma se non partiamo da un'alaisi seria delle sue
condizioni non potremo mai neanche trovare le risposte e le soluzioni.
Oggi Jamiroquay diceva: solo quando ammetti e riconosci di essere un
tossicodipendente inizi la risalita. Io credo che solo ammettendo che siamo
alla frutta e che così proseguendo non c'è speranza ci può essere la
risalita.
Post by Joker
Chi se n'è andato, chi vorrebbe andarsene .Liberi di fare le proprie scelte
ma se uno se ne va poi dopo appartiene a chi gli mette il piatto a tavola.Io
appartengo a chi mi dà da mangiare.
Mah. Ognuno è il suo passato, i suoi affetti, i suoi ricordi. Il fatto di
essere andati fuori non toglie nulla al proprio passato ed al proprio
bagaglio di ricordi. Il mio essere è intriso volente/nolente della cultura
nella quale sono cresciuta, cioè quella italiana e quella napoletana in
particolare. Non basta una spugna a cambaire il passato o un'identità. Sono
sorpresa di sentire che a te basta cambiare il fornitore del tuo cibo per
dimenticare te stesso....
....E quindi, se ti dessero Pal, ti sentiresti un cane?:-D

Ciao
lady Hawk

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Achille C
2005-10-12 12:52:43 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Ma chi ha mai detto questo, ma chi nega la felicità degli
Yanomani!
Scusate, ma chi ha eletto 'sti Yahomani a modello di felicità?
Post by Neurodisney
A Napoli fanno il progetto SIRENA, primi nella graduatoria per i
finanziamenti finiscono i palazzi degli "amici degli amici", gli appalti
sono tutti truccati, la camorra pretende la tangente e gli ingegneri
sono inetti. Risultato: dopo due anni di lavori (tempo previsto: uno),
il mio palazzo non solo già ricasca a pezzi, ma è pure più brutto
di prima!
Scusa, mi rivolgo solo a te, non agli altri che evidentemente stanno bene.
Ma perché stai ancora a Napoli? Te lo dico perché io soffrivo come te e,
sarà stata magari fortuna, ma adesso sto meglio.

Achille
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Freethinker
2005-10-12 13:19:47 UTC
Permalink
Post by Achille C
Ma perché stai ancora a Napoli?
Questa è una cosa che ci chiediamo in parecchi! :-D
Neurodisney
2005-10-12 14:06:23 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Achille C
Ma perché stai ancora a Napoli?
Questa è una cosa che ci chiediamo in parecchi! :-D
E a niente vale ripetere che al mondo esiste chi non può.
Se potessi, andrei, e non lo dico tanto per dire.
Cmq è l'obiettivo numero 1.


DND.
Achille C
2005-10-12 14:35:44 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by Freethinker
Post by Achille C
Ma perché stai ancora a Napoli?
Questa è una cosa che ci chiediamo in parecchi! :-D
E a niente vale ripetere che al mondo esiste chi non può.
Se potessi, andrei, e non lo dico tanto per dire.
Cmq è l'obiettivo numero 1.
Se potessi... perché non puoi?
Se sono indiscreto, puoi non rispondere.

Achille
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Neurodisney
2005-10-12 15:29:44 UTC
Permalink
Post by Achille C
Se potessi... perché non puoi?
Se sono indiscreto, puoi non rispondere.
Non sei indiscreto, ma meglio di no.
Troppo fuori luogo, lungo, triste e a tratti incomprensibile.
Diciamo che non ho avuto una vita felice, una mattina mi
sono svegliato male e per anni ho vissuto in una specie di
coma depressivo.
Ora sono in netta ripresa, ma è dura alla mia età, con una
famiglia di merda (e in una città ostile!).
Ma ad andarmene non ce la faccio, anche perché qui ho
un paio di affetti che per me sono (e sono stati) troppo
importanti, nonché gli studi (che vanno al rallentatore).

Cmq si campa, a tratti anche felicemente, nonostante
l'Arenaccia e with a little help from my friends... compresi
Free e Joker! :)))


DND.
Achille C
2005-10-12 17:31:10 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Ma ad andarmene non ce la faccio, anche perché qui ho
un paio di affetti che per me sono (e sono stati) troppo
importanti, nonché gli studi (che vanno al rallentatore).
Andarsene non significa perdere gli affetti. Anzi ti concentri su quelli
veri. Però devi abituarti a non averceli sempre affiano, e fare
affidamento su te stesso.
Poi tornare non è mai difficile quando ne hai voglia. Ai primi di Novembre
torno in Italia con Easyjet: 130 euro, andata e ritorno, in due (questa
l'ho lanciata anche perché ci possa capitare un raduno ;).
Inoltre, non sapevo che sei agli studi, il che rende le cose addirittura
più facili. Un sacco di gente è partita con un Erasmus (una bella
esperienza che non ho fatto e me ne pento), oppure semplicemente
iscrivendosi ad una università straniera.
In Francia, ad esempio, le università credo costino meno che in Italia:
poche centinaia di euro all'anno per l'uni aperta a tutti, e un po' di
più, ma meno di mille, per il Magistere, sempre statale ma selezionato e
quindi più prestigioso (qui fanno molta differenza). Poi ci sono le
Grandes Ecoles, ma quelle costano, sono private, stiamo ai livelli di
LUISS e Boconi.
Gli studenti ricevono inoltre sussidi per affittare la casa (a Parigi una
piccola stanza inizia da 300-400 al mese), è facile trovarsi un lavoro
part-time, e un sacco di falicitazioni.
Penso che con un livello anche basico di francese (da scuola insomma) si
possa riuscire a partire. Poi si impara in fretta.

Achille
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Neurodisney
2005-10-12 17:51:03 UTC
Permalink
Post by Achille C
Andarsene non significa perdere gli affetti. Anzi ti concentri su quelli
veri. Però devi abituarti a non averceli sempre affiano, e fare
affidamento su te stesso.
Poi tornare non è mai difficile quando ne hai voglia. Ai primi di Novembre
torno in Italia con Easyjet: 130 euro, andata e ritorno, in due (questa
l'ho lanciata anche perché ci possa capitare un raduno ;).
[snip]

Se mi dai qualche indizio sulla tua email ti scrivo in
privato. La mia è quella che vedi quassù, escludendo
le lettere "fkuyr" prima della chiocciola.
Vorrei chiederti delle cose sull'argomento, su Parigi
eccetera.

Tnx.

D.
Freethinker
2005-10-12 21:49:31 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Se mi dai qualche indizio sulla tua email ti scrivo in
privato. La mia è quella che vedi quassù, escludendo
le lettere "fkuyr" prima della chiocciola.
Vorrei chiederti delle cose sull'argomento, su Parigi
eccetera.
Mo' vuoi fare la parte di quello che non sa che esiste Erasmus? Ma
fatt'accattà a chi nun te sape! :-)
Neurodisney
2005-10-12 21:59:09 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Mo' vuoi fare la parte di quello che non sa che esiste Erasmus? Ma
fatt'accattà a chi nun te sape! :-)
E infatti l'Erasmus nunn'o pozz fa, sono altre le cose che
vorrei chiedere ad Achille.
Tra l'altro fosti proprio tu a farmi considerare seriamente
la possibilità dell'Erasmus, ma poi non ho potuto farne
niente.


DND.
Freethinker
2005-10-12 22:13:53 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
E infatti l'Erasmus nunn'o pozz fa, sono altre le cose che
vorrei chiedere ad Achille.
Tra l'altro fosti proprio tu a farmi considerare seriamente
la possibilità dell'Erasmus, ma poi non ho potuto farne
niente.
Azz a me mi tagliarono fuori (ma erasmus non c'era ancora) perché non
avevo fatto la vaccinazione per la sifilide (sic!!!!). E per fortuna
altrimenti mo' ero andato a londra a fare l'assistente di lingua e
letteratura italiana e mi ero già suicidato :-D A te perché? Perché nun
te tagli 'e capille, dì la verità! :-D
lady Hawk
2005-10-12 22:34:20 UTC
Permalink
Il 12 Ott 2005, 19:31, ***@hotmail.com (Achille C) ha scritto:
[CUT]
Post by Neurodisney
Poi ci sono le
Grandes Ecoles, ma quelle costano, sono private, stiamo ai livelli di
LUISS e Boconi.
Ma sei sicuro che sono private?Io sapevo che erano scuole pubbliche di
elite, un po' coem la nostra Normale di Pisa, infatti fanno un concorso
pubblico nazionale in tutta la Francia tutti insieme....questa cosa che
siano private mi risulta nuova...

Ciao
lady Hawk

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Neurodisney
2005-10-12 09:29:06 UTC
Permalink
Post by asleo
Spero tu sappia bene che non e' questo lo spirito dei miei interventi. In questo
caso glisso. In caso contrario, il nervosismo ti sta facendo andare
completamente fuori strada.
Sai bene che definire "bidonville" un paese intero, bollando
implicitamente di
Post by asleo
inettitudine o peggio tutti i suoi abitanti, sulla base dei pensieri che ti sono
passati per la testa quando li hai attraversati, e' una operazione di una certa
disonesta' intellettuale. Non c'e' bisogno di nessun certificato per capire
questo. Basta una media capacita' critica. E tu se ti rilassi un attimo, rileggi
quanto hai scritto e ci rifletti un po' sopra, la troverai dentro di te senza
grossi problemi.
O, almeno, te lo auguro.
Sto provando, con tutte le mie forze, a guardare il mondo con
occhi nuovi, o almeno ripuliti dalle croste del pregiudizio e delle
esperienze passate.
Sono perfettamente consapevole che con tutto il livore che mi
porto dentro, l'unico certificato che riuscirò ad ottenere sarà
quello del cancro al mio fegato, quindi ci provo ad intervenire.
Rileggendomi, neanche lo spirito dei miei interventi appare chiaro.
Mi scuso per quanto sono stato brusco, e chiarisco di sfuggita
ciò che del mio discorso è stato frainteso.
Io non volevo insultare gli abitanti dei paesi che ho incluso nella
shit-list; giusto l'opposto.
Mi dispiace tanto per loro, perché con tutta la più buona volontà
neanche Renzo Piano potrebbe mai convincermi della bontà
urbanistica e architettonica di Sant'Antimo o di Casal di Principe,
e niente mi toglie dalla testa che quelle strade rotte, quei pallazzi
decrepiti, quelle cancellate arrugginite che difendono campi
d'immondizia hanno un'influenza devastante sulla personalità di
quegli sfortunati.
Allo stesso modo mi dispiace per me, che vivo tra San Giuvanniello
e 'a Ferrovia, tra "'o rione amicizia" e "'e case nove", dove illegalità
e sopruso sono la norma, e devo considerarmi pure fortunato!
Chi vive nella munnezza vive male, non c'è niente da fare, e a me
non resta che la consapevolezza, nella speranza che venga presto il
giorno in cui "il mondo andrà bene perché IO starò bene", godendo
della munnezza che avrò attorno.
Abitassi in barca a Marechiaro, la strada sarebbe molto più semplice.


DND.
asleo
2005-10-12 15:48:51 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Mi scuso per quanto sono stato brusco, e chiarisco di sfuggita
ciò che del mio discorso è stato frainteso.
Io non volevo insultare gli abitanti dei paesi che ho incluso nella
shit-list; giusto l'opposto.
Vedi, senza falsa modestia avevo capito quello che vai a chiarire, e proprio per
questo ho continuato a risponderti.
Restano quelle che ai miei occhi sembrano semplici verita', e cioe':

1. il mondo e' *anche* frutto della nostra percezione, ovvero: gli occhi creano
il mondo, non si limitano a guardarlo. Corollario: se ti senti "sporco", quando
guardi il mondo vedi sporcizia tutto intorno a te ed a volte credi di scorgere
pulizia lontano da te.

2. la nostra citta' e la nostra terra e' piena di cose negative *e* di cose
positive. Tra queste ultime ho la presunzione di mettere me stesso. Ma non sono
solo, anzi...

3. i pregiudizi (nel senso letterale di "giudizi formatisi prima
dell'esperienza") a volte aiutano a semplificare la realta' e ci permettono di
vivere. Ma se li lasciamo liberi di muoversi, dopo averla semplificata si
mettono a costruirla. E per la nostra coscienza e' l'inizio della fine.

In bocca al lupo
asleo
Nyko
2005-10-12 09:09:13 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Portici non è bidonville, come un altro paio di centri vesuviani,
Sorrento e le isole. Concesso.
Ma cosa mi dici di: Arzano, Boscoreale, Boscotrecase, Brusciano,
Caivano, Calvizzano, Cardito, Casamarciano, Casandrino, Casavatore,
Cicciano, Cimitile, Frattaminore, Giugliano, Mariglianella,
Marigliano, Melito, Mugnano, Ottaviano, Qualiano, Quarto,
Sant'Antimo, Saviano, Scisciano, Trecase, Visciano?
Roba da suicidio al risveglio, proprio.
In un comunicato stampa il sindaco di Pomigliano D'Arco ti ringrazia di non
averlo inserito nel nefasto elenco.
Neurodisney
2005-10-12 09:34:23 UTC
Permalink
Post by Nyko
In un comunicato stampa il sindaco di Pomigliano D'Arco ti ringrazia di non
averlo inserito nel nefasto elenco.
Non ne ho avuto una cattiva impressione.
C'è una bella villa, e ci organizzano diverse attività
interessanti. A tratti è molto viva.
Casalnuovo, invece, è decisamente inquietante...


DND.
Joker
2005-10-12 09:56:44 UTC
Permalink
Post by Nyko
In un comunicato stampa il sindaco di Pomigliano D'Arco ti ringrazia di
non averlo inserito nel nefasto elenco.
Hai fatto presente al sindaco che Danilo con buona probabilità ignorava che
a Pomigliano ci vivessi tu ?
:)
Joker
Nyko
2005-10-12 10:42:21 UTC
Permalink
Post by Joker
Post by Nyko
In un comunicato stampa il sindaco di Pomigliano D'Arco ti ringrazia
di non averlo inserito nel nefasto elenco.
Hai fatto presente al sindaco che Danilo con buona probabilità
ignorava che a Pomigliano ci vivessi tu ?
:)
Joker
E' un dettaglio,meglio sorvolare :)
Cmq mi ha già risposto : "a tratti" la trova viva e poi per chi ama il jazz
il jazzfestival è un must.
Cmq seriamente aldilà di quello che dice Danilo io non disdegno il posto in
cui vivo, rispetto ad altre realtà limitrofe non ci si può lamentare. L'Alfa
prima e la Fiat poi hanno civilizzato questa cittadina.
Conosco bene le alcune realtà che ha citato nel post, in alcuni casi gli do
anche ragione ma generalizzare è sempre sbagliato.
Certo è che il trauma per i miei genitori è stato grande : da Chiaia a
Pomigliano è stato un bel salto, sopratutto 30 anni fa.
asleo
2005-10-11 12:49:16 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Anzitutto, guardiamo l'oggettività dei fatti.
Napoli è una realtà *agghiacciante*, violenta, disonesta, corrotta,
illegale, caotica, povera e terribilmente *brutta* per quell' 80% di
persone che non possono permettersi casa in zona Chiaia/Posillipo
o Vomero. La provincia è un'immensa bidonville.
Questa *oggettivita'* e' una immensa *soggettivita'*. Non spacciarla per
Verita': qui non ti legge solo il *povero di spirito* pronto a credere a tutto
quello che gli si dice purche' sia un concetto *forte*.
Tra l'altro io ho sempre vissuto ben fuori da Chiaia/Posillipo/Vomero e ben
dentro le mura cittadine. E la mia Napoli non e' affatto *brutta*. Parla per te!
Post by Neurodisney
Io me so' scucciato, Rena'.
a dire la verita' anche io mi sono scocciato di chi vede tutto nero ed e' sempre
pronto a spalare merda sulla mia citta'... Viverci non da' nessuna patente di
impunita' rispetto a questa questione.
Post by Neurodisney
Questa città è indiscutibilmente in coma, tutti vorremmo darci da fare
eppure nessuno sa da che parte iniziare.
parla per te! (e so' due). Io e tanti come me non stanno con le mani in mano.
Offendi il nostro lavoro ed i nostri sacrifici parlando cosi'.

asleo
Neurodisney
2005-10-11 13:22:44 UTC
Permalink
Post by asleo
Questa *oggettivita'* e' una immensa *soggettivita'*.
Dalla mia ci sono i numeri. Quelli dei morti ammazzati, della piccola
e grande criminalità, dell'analfabetismo e dell'evasione scolastica,
delle aziende a nero, dell'abusivismo edilizio, della disoccupazione,
del traffico, dell'assenza di spazi sociali e del verde per numero di
abitanti, dell'inquinamento atmosferico e quello acustico.
Poi ci sono le statistiche circa la qualità della vita, la sicurezza,
eccetera, ma è un altro conto, come le esperienze e i gusti personali,
le copertine dei giornali, gli osservatori nazionali ed internazionali,
le interviste a chi è costretto a vivere nel disagio.
Insomma, nessuno mi prenderà mai per pazzo se dico che questa
città è una latrina e che io ci vivo drammaticamente male.
Post by asleo
Non spacciarla per
Verita': qui non ti legge solo il *povero di spirito* pronto a credere a tutto
quello che gli si dice purche' sia un concetto *forte*.
Non si tratta di concetti 'forti', né si tratta di convincere qualcuno:
gli occhi e le orecchie li abbiamo tutti, caro asleo.
Post by asleo
Tra l'altro io ho sempre vissuto ben fuori da Chiaia/Posillipo/Vomero e ben
dentro le mura cittadine. E la mia Napoli non e' affatto *brutta*. Parla per te!
Contento tu!
Post by asleo
a dire la verita' anche io mi sono scocciato di chi vede tutto nero ed e' sempre
pronto a spalare merda sulla mia citta'... Viverci non da' nessuna patente di
impunita' rispetto a questa questione.
E lì ti sbagli.
Non accetterò mai di sentirmi responsabile per questo squallore.
Non ho mai fatto niente per guastare la vita dei miei concittadini,
ed ho sempre subìto i soprusi senza fare troppo rumore.
Non ho neanche mai fatto niente di costruttivo, però.
Post by asleo
parla per te! (e so' due). Io e tanti come me non stanno con le mani in mano.
Offendi il nostro lavoro ed i nostri sacrifici parlando cosi'.
Benissimo.
Dicci cosa fare.
Io sono pronto a dare il mio contributo!


DND.
asleo
2005-10-11 13:44:33 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Dalla mia ci sono i numeri.
Tieniteli stretti. Mi raccomando, non perderli mai di vista: sono loro i tuoi
migliori compagni di merenda, in questa valle di lacrime e di merda che e' la
nostra citta'...
Post by Neurodisney
Post by asleo
Viverci non da' nessuna patente di
impunita' rispetto a questa questione.
E lì ti sbagli.
Non accetterò mai di sentirmi responsabile per questo squallore.
Non ho mai detto che sei responsabile, ne' che sei corresponsabile (anche se lo
penso). Ho detto che vivere a Napoli non da' automaticamente il diritto di
parlarne male. O, detto altrimenti, che tu e Bocca avete gli stessi diritti di
parola nei confronti della citta' in cui viviamo io e te.
Post by Neurodisney
Post by asleo
parla per te! (e so' due). Io e tanti come me non stanno con
le mani in mano.
Offendi il nostro lavoro ed i nostri sacrifici parlando cosi'.
Benissimo.
Dicci cosa fare.
Io sono pronto a dare il mio contributo!
Mi dispiace. Svolgo molti mestieri e cambio "casacca" piu' volte al giorno. Ma
la divisa da *educatore della masse* (o *guida del popolo*, come preferisci) non
ho intenzione di rimettermela addosso.

asleo
Neurodisney
2005-10-11 14:06:38 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Dalla mia ci sono i numeri.
sono loro i tuoi migliori compagni di merenda, in questa
valle di lacrime e di merda che e' la nostra citta'...
Sei tu che hai chiesto oggettività.
Mi dispiace. Svolgo molti mestieri e cambio "casacca" piu' volte al giorno. Ma
la divisa da *educatore della masse* (o *guida del popolo*, come preferisci) non
ho intenzione di rimettermela addosso.
?
Mah.


DND.
asleo
2005-10-11 14:24:03 UTC
Permalink
Post by asleo
Post by asleo
Mi dispiace. Svolgo molti mestieri e cambio "casacca" piu' volte al
giorno. Ma
Post by asleo
la divisa da *educatore della masse* (o *guida del popolo*, come
preferisci) non
Post by asleo
ho intenzione di rimettermela addosso.
?
Mah.
Traduco:
non ho voglia di fare il *professorino* dispensando consigli su *cosa* fare e
caso mai anche su *come* farlo. Se non sai cosa fare per migliorare la tua
citta' oppure anche solo la tua vita nella tua citta', non posso essere io
quello che ti indica la strada.

asleo
Joker
2005-10-11 14:45:00 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Dalla mia ci sono i numeri.
cut

Hai dimenticato il 4-3-3

Joker
Delfino Errante
2005-10-11 09:21:34 UTC
Permalink
Post by ***@rphiño
"Tutto si può dire di Bassolino e dei suoi collaboratori
tranne di non aver lottato e rischiato in prima persona contro gli abusi,
l'illegalità, la camorra".
Certo certo....
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Achille C
2005-10-11 10:25:19 UTC
Permalink
***@rphiño ha scritto:
http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/detail.jsp?m1s=o&idCategory=4817&idContent=1129480

Tante chiacchiere inutili.

Achille
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Delfino Errante
2005-10-11 10:50:10 UTC
Permalink
http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/detail.jsp?m1s=o&idCategory=4817&idContent=1129480
Post by Achille C
Tante chiacchiere inutili.
Achille
Straquoto.
Le solite chiacchere che puzzano di sociologia di terza categoria, la
solita retorica, il solito tentativo di generalizzare da parte di
sociologi che questa città non l'hanno mai vissuta.

Ma se non la capiscono nemmeno i napoletani questa città, come possiamo
ammettere che la capisca chi non la vive.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
M@rphiño
2005-10-11 12:17:06 UTC
Permalink
Post by Achille C
Tante chiacchiere inutili.
Ho lanciato il sasso ,ma non mi nascondo.
Potremmo parlare per ore, giorni, anni sull'argomento: siamo tanti ed
abbiamo opinioni diverse.
La mia "provocazione" sta nel fatto di segnalare anche queste visioni
alternative, che poi possono essere più o meno condivise ma almeno dobbiamo
sapere che esistono altri modi di vedere, e da fuori qualcuno ci guarda. Poi
chi vuole le censuri, senza mai mettere la testa nella sabbia.
Achille C
2005-10-11 12:47:09 UTC
Permalink
Post by ***@rphiño
Post by Achille C
Tante chiacchiere inutili.
Ho lanciato il sasso ,ma non mi nascondo.
Potremmo parlare per ore, giorni, anni sull'argomento: siamo tanti ed
abbiamo opinioni diverse.
La mia "provocazione" sta nel fatto di segnalare anche queste visioni
alternative, che poi possono essere più o meno condivise ma almeno dobbiamo
sapere che esistono altri modi di vedere, e da fuori qualcuno ci guarda. Poi
chi vuole le censuri, senza mai mettere la testa nella sabbia.
No, aspetta un secondo. Io mi riferisco proprio alle chiacchiere
dell'articolo. L'autore ha solo sporcato della carta, oltre ad aver
sperperato i soldi con cui viene pagato per studi e analisi completamente
inutili.
Il fatto che Napoli sia in condizioni non accettabili, almeno per i nostri
criteri di mondo civilizzato, è evidente. Nyko ha dato una descrizione
impietosa che però non si può negare (magari si può dire che Napoli non è
solo quello).
Quindi non è in discussione lo stato della città, e non capisco perché si
debba discuta su questo.
Napoli è Napoli, con la camorra, l'immondizia, il disordine, l'inciviltà
che sono realtà sotto gli occhi di tutti, e che nessuno nega. Se poi sia
invivibile o no, se c'è speranza o no, se si ha vogli di investire la
propria vita per cambiarla (come suggerisce Free, NON scappando), ognuno
può avere la propria opinione, ed eventualmente fare le proprie scelte.
Però le stronzate antro-sociologiche che ho letto nell'articolo, non hanno
niente a che vedere con tutto questo. Gli va di lusso all'autore, se
riesce a divertire qualche vecchia cornacchia in un salotto ormai démodé.

Achille
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Freethinker
2005-10-11 13:37:59 UTC
Permalink
SNIPPO
Post by Achille C
Però le stronzate antro-sociologiche che ho letto nell'articolo, non hanno
niente a che vedere con tutto questo. Gli va di lusso all'autore, se
riesce a divertire qualche vecchia cornacchia in un salotto ormai démodé.
Dani' e allora segnati anche questa che oggi so' d'accordo pure con
Achille! :-)
Neurodisney
2005-10-11 14:04:47 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Achille C
Però le stronzate antro-sociologiche che ho letto nell'articolo, non hanno
niente a che vedere con tutto questo. Gli va di lusso all'autore, se
riesce a divertire qualche vecchia cornacchia in un salotto ormai démodé.
Dani' e allora segnati anche questa che oggi so' d'accordo pure con
Achille! :-)
E ho capito, l'articolo era superficiale, ma come dargli torto
nei contenuti?

Però che cavolo, siamo arrivati ad un punto in cui, assodato
che l'autore non vede soluzioni per "il problema Napoli", gli
si risponde "che parli a fa'?". Pure la Iervolino fa così.
Si critica il criticone e si chiudono gli occhi.
A me sembra ingeneroso.


DND.
Achille C
2005-10-12 09:01:27 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Achille C
Però le stronzate antro-sociologiche che ho letto nell'articolo, non hanno
niente a che vedere con tutto questo. Gli va di lusso all'autore, se
riesce a divertire qualche vecchia cornacchia in un salotto ormai démodé.
Dani' e allora segnati anche questa che oggi so' d'accordo pure con
Achille! :-)
Sicuro? Guarda che io alla fine so' scappato! :)

Achille
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Neurodisney
2005-10-12 09:34:59 UTC
Permalink
Post by Achille C
Post by Freethinker
Dani' e allora segnati anche questa che oggi so' d'accordo pure con
Achille! :-)
Sicuro? Guarda che io alla fine so' scappato! :)
E perché, lui no?
:)))


DND.
Joker
2005-10-12 09:57:30 UTC
Permalink
Post by Neurodisney
Post by Achille C
Post by Freethinker
Dani' e allora segnati anche questa che oggi so' d'accordo pure con
Achille! :-)
Sicuro? Guarda che io alla fine so' scappato! :)
E perché, lui no?
:)))
Sono i primi nefasti effetti del proporzionale
Neurodisney
2005-10-12 10:19:39 UTC
Permalink
Post by Joker
Post by Neurodisney
Post by Achille C
Sicuro? Guarda che io alla fine so' scappato! :)
E perché, lui no?
:)))
Sono i primi nefasti effetti del proporzionale
UltramegaROTFL!!
:)))))


DND.
Continua a leggere su narkive:
Loading...