Discussione:
[OT] No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?
(troppo vecchio per rispondere)
Skip
2007-01-11 08:43:11 UTC
Permalink
http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/cronaca/erba-2/erba-2/erba-2.html

Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
Posso anche passare sull'omicidio dei 3 adulti, in momenti di rabbia è,
purtroppo, possibile commettere reati del genere, ma come si può
arrivare a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così
debba continuare a vivere?
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
paolo_A_
2007-01-11 08:45:32 UTC
Permalink
Skip: No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?

Paolo(A): Si.

P.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Skip
2007-01-11 08:53:11 UTC
Permalink
Post by paolo_A_
Skip: No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?
Paolo(A): Si.
Se avessero sgozzato tuo figlio, chissà se diresti la stessa cosa.
paolo_A_
2007-01-11 09:05:43 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by paolo_A_
Skip: No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?
Paolo(A): Si.
Se avessero sgozzato tuo figlio, chissà se diresti la stessa cosa.
WOW che argomentazione profonda!!!
Anzi, facciamo così: istituiamo delle giurie ad hoc per ogni processo: che
siano i derubati a giudicare i ladri, i parenti delle vittime a giudicare i
carnefici. Intoduciamo di nuovo la legge del taglione e la tortura: chissà
perché nessuno ci ha pensato prima...forse perché non funziona (prima di
accusarmi di "buonismo" preciso che la mia è una riflessione su quanto possa
essere utile la pena di morte)?

P.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Ryo
2007-01-11 09:07:37 UTC
Permalink
Post by paolo_A_
Intoduciamo di nuovo la legge del taglione
Ecco, qui quoto

Ryo
piccuico
2007-01-11 16:51:49 UTC
Permalink
Post by Ryo
Post by paolo_A_
Intoduciamo di nuovo la legge del taglione
Ecco, qui quoto
Ryo
Non fate i forcaioli.... duemila anni di storia e ancora le parole di Cristo
restano inascoltate. Lui ci dà la vita e solo lui ce la può togliere. IMHO
Ryo
2007-01-11 19:37:36 UTC
Permalink
Post by piccuico
Non fate i forcaioli.... duemila anni di storia e ancora le parole di Cristo
restano inascoltate. Lui ci dà la vita e solo lui ce la può togliere. IMHO
Me ne sbatto ampiamente le palle, ste mostruosità devono essere vendicate,
resto della mia idea, sti fii de na mignotta vanno squartati come capretti.

Ryo
Skip
2007-01-11 09:10:12 UTC
Permalink
Post by paolo_A_
Post by Skip
Post by paolo_A_
Skip: No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?
Paolo(A): Si.
Se avessero sgozzato tuo figlio, chissà se diresti la stessa cosa.
WOW che argomentazione profonda!!!
Anzi, facciamo così: istituiamo delle giurie ad hoc per ogni processo: che
siano i derubati a giudicare i ladri, i parenti delle vittime a giudicare i
carnefici. Intoduciamo di nuovo la legge del taglione e la tortura: chissà
perché nessuno ci ha pensato prima...forse perché non funziona (prima di
accusarmi di "buonismo" preciso che la mia è una riflessione su quanto possa
essere utile la pena di morte)?
non parliamo di un omicidio "qualsiasi", parliamo di due stronzi che
hanno sgozzato un bimbo di 2 anni.
Proprio ieri parlavamo di Ustica, in quel caso (e loro ne hanno fatto
fuori un bel numero di persone) la galera è la punizione che queste
persone si meritano (meriterebbero).
Ma in un caso come questo (e come quello del piccolo Tommy) che diritto
hanno di continuare a vivere queste persone?
Blow Up
2007-01-11 09:52:39 UTC
Permalink
Post by Skip
Proprio ieri parlavamo di Ustica, in quel caso (e loro ne hanno fatto
ecco ora si comincia con quella del contrappasso: ammazzi 3 adulti e 1
bambino, ti appendono per le palle e ti lapidano;ammazzi 67 aulti e 14
bambini non vai manco in galera, anzi qualcuno ti applaude pure(tutti i
capi di stati maggiore, politici, etc etc).
bah che diamine di discorso

Il sangue di chiunque spargerà il sangue dell'uomo sarà sparso
dall'uomo, perché Dio ha fatto l'uomo a sua immagine. (genesi 9 -)6
Joao Pistao
2007-01-11 10:10:20 UTC
Permalink
Post by Blow Up
Il sangue di chiunque spargerà il sangue dell'uomo sarà sparso
dall'uomo, perché Dio ha fatto l'uomo a sua immagine. (genesi 9 -)6
QUOTO!

Joao Pistao
antijuve forever
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Mens
2007-01-11 10:21:15 UTC
Permalink
Post by Blow Up
Post by Skip
Proprio ieri parlavamo di Ustica, in quel caso (e loro ne hanno fatto
ecco ora si comincia con quella del contrappasso: ammazzi 3 adulti e 1
bambino, ti appendono per le palle e ti lapidano;ammazzi 67 aulti e 14
bambini non vai manco in galera, anzi qualcuno ti applaude pure(tutti i
capi di stati maggiore, politici, etc etc).
bah che diamine di discorso
Il sangue di chiunque spargerà il sangue dell'uomo sarà sparso dall'uomo,
perché Dio ha fatto l'uomo a sua immagine. (genesi 9 -)6
ci aggiungo un'altra massima:
Uccidi un uomo e sarai un assassino. Uccidine milioni e sarai un
conquistatore. Uccidili tutti e sei Dio. Jean Rostand
(1894-1977)
Totò
2007-01-15 08:53:08 UTC
Permalink
Post by Blow Up
ammazzi 67 aulti e 14
bambini non vai manco in galera, anzi qualcuno ti applaude pure(tutti i
capi di stati maggiore, politici, etc etc).
Ma perchè, tu sai chi è stato?
Assolutamente
2007-01-11 12:00:14 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by paolo_A_
Post by Skip
Post by paolo_A_
Skip: No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?
Paolo(A): Si.
Se avessero sgozzato tuo figlio, chissà se diresti la stessa cosa.
WOW che argomentazione profonda!!!
Anzi, facciamo così: istituiamo delle giurie ad hoc per ogni processo: che
siano i derubati a giudicare i ladri, i parenti delle vittime a giudicare i
carnefici. Intoduciamo di nuovo la legge del taglione e la tortura: chissà
perché nessuno ci ha pensato prima...forse perché non funziona (prima di
accusarmi di "buonismo" preciso che la mia è una riflessione su quanto possa
essere utile la pena di morte)?
non parliamo di un omicidio "qualsiasi", parliamo di due stronzi che
hanno sgozzato un bimbo di 2 anni.
Proprio ieri parlavamo di Ustica, in quel caso (e loro ne hanno fatto
fuori un bel numero di persone) la galera è la punizione che queste
persone si meritano (meriterebbero).
Ma in un caso come questo (e come quello del piccolo Tommy) che diritto
hanno di continuare a vivere queste persone?
Cara Barbara, ma che genere di risposte puoi aspettarti da chi non ha figli?
Assolutamente al fuoco i pedofili e gli infanticida.
Skip
2007-01-11 12:28:00 UTC
Permalink
Post by Assolutamente
Cara Barbara, ma che genere di risposte puoi aspettarti da chi non ha figli?
Assolutamente al fuoco i pedofili e gli infanticida.
Non ho indagato prima su chi avesse figli e chi no, primo per non
"ghettizzare" la discussione, e secondo perchè, io personalmente, avrei
detto lo stesso anche 3 anni fa. Gli abusi sui minori mi hanno sempre
fatto inorridire e cacciare il peggio di me.
Tra gli abusi ci metto anche la pedofilia, ovviamente, che fino ad ora
ho sottinteso, sperando che tutti la considerino al pari di
un'infanticidio, visto che ormai, dopo più di un secolo, anche il
parlamento ha equiparato lo stupro all'omicidio.
Joker*
2007-01-11 12:32:34 UTC
Permalink
Post by Assolutamente
Cara Barbara, ma che genere di risposte puoi aspettarti da chi non ha figli?
Assolutamente al fuoco i pedofili e gli infanticida.
Quindi per censurare una rapina devi essere stato per forza un derubato?
Io ho figli e sono contro la pena di morte
Blow Up
2007-01-11 13:27:52 UTC
Permalink
.
Post by Joker*
Quindi per censurare una rapina devi essere stato per forza un derubato?
non voglio immaginare per uno stupro.

Mi hanno rapinato 3 volte , altre due me la son cavata, mi hanno
alleggerito di un porta monete contenente 10 cents sul R1.
non è che per 3 euro ho augurato la morte al borseggiatore, al avrò
imprecato contro Bassolino/Iervolino, per i grandissimi mezzi pubblici
di Napoli.
Post by Joker*
Io ho figli e sono contro la pena di morte.
Sono con te, non ne ho ma anche se li avessi non cambierebbe una cippa.
Credo che anche il padre di Tommy sia contro, non l'ho mai sentito .
Hai letto l'ultima notizia sulla strage di Erba?
I Castagna li perdonano, Marzouk vuol fare la festa ai Romano.
A chi dobbiamo sentirci vicino?
Se mi accosto ai Castagna son razzista? o condivido i loro stessi valori?

Opto per la seconda nulla contro Marzouk, ma veniamo da cultura ed
educazioni diverse, i miei sono integralisti cattolici, pur non seguendo
la chiesa, malaguratamente sono stato formato secondo i suoi precetti
e non riesco ad andare contro.
Ciao
L'AIRONE
2007-01-11 12:51:57 UTC
Permalink
Post by Assolutamente
Cara Barbara, ma che genere di risposte puoi aspettarti da chi non ha figli?
Assolutamente al fuoco i pedofili e gli infanticida.
Ma sì, mettiamoci anche un bel rutto per chiosare.



L'AIRONE

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Riccardomustodario
2007-01-11 13:04:52 UTC
Permalink
Il 11/1/07 12:00, nell'articolo
Post by paolo_A_
Post by Skip
Post by paolo_A_
Post by Skip
Post by paolo_A_
Skip: No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?
Paolo(A): Si.
Se avessero sgozzato tuo figlio, chissà se diresti la stessa cosa.
WOW che argomentazione profonda!!!
che
Post by Skip
Post by paolo_A_
siano i derubati a giudicare i ladri, i parenti delle vittime a
giudicare i
chissà
Post by Skip
Post by paolo_A_
perché nessuno ci ha pensato prima...forse perché non funziona (prima di
accusarmi di "buonismo" preciso che la mia è una riflessione su quanto
possa
Post by Skip
Post by paolo_A_
essere utile la pena di morte)?
non parliamo di un omicidio "qualsiasi", parliamo di due stronzi che
hanno sgozzato un bimbo di 2 anni.
Proprio ieri parlavamo di Ustica, in quel caso (e loro ne hanno fatto
fuori un bel numero di persone) la galera è la punizione che queste
persone si meritano (meriterebbero).
Ma in un caso come questo (e come quello del piccolo Tommy) che diritto
hanno di continuare a vivere queste persone?
Cara Barbara, ma che genere di risposte puoi aspettarti da chi non ha figli?
Assolutamente al fuoco i pedofili e gli infanticida.
e gli evasori come Berlusconi che prendono senza nulla riconoscere a chi di
diritto e dovere in nome della Ragione di Stato, in questo caso Forza
Italia.





--
la cultura è mera sfortuna per gli ignoranti
http://snipurl.com/16c18
comprende
Cecio
2007-01-11 13:50:10 UTC
Permalink
In questi discorsi l'emotività e l'istinto vengono mediate dalle
*artificiali* costruzioni razionali, che carattere, valori
dell'educazione e cultura ci impongono.
Chi vive (o si immedesima) in prima persona una situazione *estrema*
come quelle prese ad esempio in questo thread, reagisce a caldo nel modo
più ovvio, scontato e *giustificabile*: il taglione.
Ma la pena di morte, il diritto che uno stato si arroca, per punire chi
si macchia degli efferati reati qui trattati, eliminando *razionalmente*
e legittimamente la vita di un uomo è inaccettabile perchè
fondamentalmente è un controsenso: il criminale non viene punito ma gli
si offre misericordia verso il *rimorso*, valore che dovrebbe essere il
catalizzatore della pena da comminare e cosa più importante non appaga e
non *restituirà* mai, ai superstiti, le vittime di tali crimini.
--
Cecio
Totò
2007-01-15 09:13:59 UTC
Permalink
Post by Assolutamente
Cara Barbara, ma che genere di risposte puoi aspettarti da chi non ha figli?
Non credi che questa frase sia un po' presuntuosa?
meriadoc
2007-01-11 09:24:07 UTC
Permalink
Post by Skip
Se avessero sgozzato tuo figlio, chissà se diresti la stessa cosa.
concetto inquietante, dovrebbero essere i familiari delle vittime a
giudicare?
la pena di morte è una barbarie.
L'AIRONE
2007-01-11 10:02:33 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by paolo_A_
Skip: No alla pena di morte! Ne siete sempre convinti?
Paolo(A): Si.
Se avessero sgozzato tuo figlio, chissà se diresti la stessa cosa.
Skip, con tutto il rispetto e l'amicizia di tanti anni di NG, ma che rottura
di coglioni con 'ste affermazioni.
"se avessero ammazzato tua madre", "se avessero stuprato tua sorella", "se
avessero sgozzato tuo figlio", "mi hanno fottuto il cane"...
Per fortuna nessuno di noi (credo) si è trovato in situazioni simili, ma a
priori non si possono dire IMHO simili bestialità. Sono discorsi da tram,
senza offese per nessuno, sia chiaro.

Noi, in quanto esserei pensanti ed illuminati non possiamo a priori decidere
di torturare ed ammazzare in base ad un atto scellerato. La pianificazione
dell'omicidio di stato è una cosa assolutamente ed infinitamente più
barbara, anche perchè (lo ripeto per l'ennesima volta) uno stato che ci
educa sin dalla nascita a non uccidere nessuno non può a scopi
giuridico-pedagogici (ma poi de che?) ammazzare infrangendo uno dei limiti
più inviolabili.
E' (anche) una questione di coerenza.


L'AIRONE

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Joker*
2007-01-11 10:42:17 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Skip, con tutto il rispetto e l'amicizia di tanti anni di NG, ma che rottura
di coglioni con 'ste affermazioni.
"se avessero ammazzato tua madre", "se avessero stuprato tua sorella", "se
avessero sgozzato tuo figlio", "mi hanno fottuto il cane"...
Per fortuna nessuno di noi (credo) si è trovato in situazioni simili, ma a
priori non si possono dire IMHO simili bestialità. Sono discorsi da tram,
senza offese per nessuno, sia chiaro.
Perchè da tram? Sono concetti semplici dettati dell'emotività del momento
che evidentemente non possono essere sottaciuti.
La vicenda è orribile per lo svolgersi degli eventi ma soprattutto per l'
apparente futilità del movente. Non ci sono risvolti economici, nè torti
tali fatti o subiti tali non dico da giustificare ma almeno comprendere
psicologicamente gli accadimenti, non ci sono pregiudicati coinvolti o
persone dedite abitualmente a delinquere.Nulla. Una strage efferata, frutto
della semplice antipatia personale cauata dai non meglio precisati rumori
molesti. Un caso classico di dissapore condominiale che ha avuto però un
epilogo tragicamente sconcertante.
Quindi tutto sommato, per una volta, lascerei stare commenti particolarmente
approfonditi e mi limiterei ad un "tranviario" e banale: sono bestie.
Chiarito questo resto fermamente contrario alla pena di morte per motivi
etici ma anche pratici (non è un deterrente nè lo è mai stato da nessuna
parte)
L'AIRONE
2007-01-11 11:05:41 UTC
Permalink
Post by Joker*
Perchè da tram? Sono concetti semplici dettati dell'emotività del momento
che evidentemente non possono essere sottaciuti.
Ripeto: comprendo l'emotività (anche molto mediatica) del momento, ma credo
che prima di fare certe affermazioni si debba riflettere un attimino. E'
proprio in questi momenti che l'istinto non deve prevalere sulla ragione,
altrimenti anche noi ci accoderemmo alle bestie.
Post by Joker*
La vicenda è orribile per lo svolgersi degli eventi ma soprattutto per l'
apparente futilità del movente. Non ci sono risvolti economici, nè torti
tali fatti o subiti tali non dico da giustificare ma almeno comprendere
psicologicamente gli accadimenti, non ci sono pregiudicati coinvolti o
persone dedite abitualmente a delinquere.Nulla. Una strage efferata,
frutto
Post by Joker*
della semplice antipatia personale cauata dai non meglio precisati rumori
molesti. Un caso classico di dissapore condominiale che ha avuto però un
epilogo tragicamente sconcertante.
Quindi tutto sommato, per una volta, lascerei stare commenti
particolarmente
Post by Joker*
approfonditi e mi limiterei ad un "tranviario" e banale: sono bestie.
Sono d'accordo. La vicenda (questa come molte altre) è a dir poco
raccapricciante. Ma non si sta a disquisire sulla crudeltà, sulla
drammaticità e sulla spietatezza sconvolgente della storia, che è
indifendibile da qualsiasi punto la si osservi. Sto semplicemente difendendo
quello che per me è un principio inalienabile: non si può augurare la morte
e la sofferenza di NESSUNO.
Inoltre, altro principio che è per me straordinariamente importante e al
tempo stesso prova di eccezionale forza, è la capacità di perdonare. E'
facile dal mio punto di vista fare questi discorsi, anche perchè non
direttamente coinvolto, ma consapevole del grande privilegio mi sento in
dovere di esprimere il valore del perdono.
A tal proposito, bellissime sono le dichiarazioni del padre, marito e nonno
della vicenda in questione, che ha dichiarato davanti alle telecamere di
avere già perdonato. In una società come la nostra, dove la violenza e
l'emotività la fanno da padroni, credo che persone così in controtendenza
siano un mix tra la santità e l'eroico.
Detto questo, capisco pur non condividentola (perchè è umana, vista la sua
posizione) anche la rabbia del marito e padre tunisino, che ha affermato di
volere ammazzare con le proprie mani i responsabili di questo tremendo
orrore.
Post by Joker*
Chiarito questo resto fermamente contrario alla pena di morte per motivi
etici ma anche pratici (non è un deterrente nè lo è mai stato da nessuna
parte)
E questo è chiaro e palese, e mi trova assolutamente concorde.



L'AIRONE

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Skip
2007-01-11 11:15:11 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Ripeto: comprendo l'emotività (anche molto mediatica)
siamo tutti su internet in questo momento

del momento, ma credo
Post by L'AIRONE
che prima di fare certe affermazioni si debba riflettere un attimino. E'
proprio in questi momenti che l'istinto non deve prevalere sulla ragione,
altrimenti anche noi ci accoderemmo alle bestie.
non ho detto organizziamo una spediazione punitiva infatti (per il
seguito leggi la risposta ad achille, se no facciam oun lfame)
Joker*
2007-01-11 11:23:17 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Ripeto: comprendo l'emotività (anche molto mediatica) del momento, ma credo
che prima di fare certe affermazioni si debba riflettere un attimino. E'
proprio in questi momenti che l'istinto non deve prevalere sulla ragione,
altrimenti anche noi ci accoderemmo alle bestie.
Ma scusami, questo è un problema che deve porsi chi dovrà giudicare gli
assassini.Alla gente comune quale noi siamo resta il diritto intangibile di
pensarla come vuole.
Post by L'AIRONE
Inoltre, altro principio che è per me straordinariamente importante e al
tempo stesso prova di eccezionale forza, è la capacità di perdonare. E'
facile dal mio punto di vista fare questi discorsi, anche perchè non
direttamente coinvolto, ma consapevole del grande privilegio mi sento in
dovere di esprimere il valore del perdono.
A tal proposito, bellissime sono le dichiarazioni del padre, marito e nonno
della vicenda in questione, che ha dichiarato davanti alle telecamere di
avere già perdonato. In una società come la nostra, dove la violenza e
l'emotività la fanno da padroni, credo che persone così in controtendenza
siano un mix tra la santità e l'eroico.
.
Non so come mi comporterei io in circostanze come queste augurandomi di non
trovarmici mai, ma una cosa è certa :
il perdonare a distanza di pochi giorni o è una scelta ipocrita (di
convenienza mediatica) o di sostanziale e malcelata indifferenza agli
accadimenti.
Lascerei stare gli eroi che sono altra cosa, ed i santi, che non esistono su
questa terra.
Skip
2007-01-11 11:27:20 UTC
Permalink
Post by Joker*
Non so come mi comporterei io in circostanze come queste augurandomi di non
il perdonare a distanza di pochi giorni o è una scelta ipocrita (di
convenienza mediatica) o di sostanziale e malcelata indifferenza agli
accadimenti.
Lascerei stare gli eroi che sono altra cosa, ed i santi, che non esistono su
questa terra.
mi hai tolto le parole di bocca
L'AIRONE
2007-01-11 12:50:26 UTC
Permalink
Post by Joker*
Non so come mi comporterei io in circostanze come queste augurandomi di non
il perdonare a distanza di pochi giorni o è una scelta ipocrita (di
convenienza mediatica) o di sostanziale e malcelata indifferenza agli
accadimenti.
Mi spaventa il cinismo e la semplicità con cui fai questa affermazione.
Liberissimo di pensarla così, ma trascuri un "piccolissimo" particolare: la
fede.
La persona in questione è per sua ammissione una persona di grande fede, che
ha affidato ed affida la propria vita a Dio.
Chi ha una fede come la sua appare agli occhi del mondo deficiente, ipocrita
o quant'altro.
Post by Joker*
Lascerei stare gli eroi che sono altra cosa, ed i santi, che non esistono su
questa terra.
Mi dispiace per te, ma io persone così le ho conosciute e le conosco ... e
per questo mi reputo molto fortunato perchè non sono schiavo del mio
istinto.
Comunque hai ragione: gli eroi non esistono, ma i "santi" sì.


L'AIRONE

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Joker*
2007-01-11 13:16:50 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Il
Mi spaventa il cinismo e la semplicità con cui fai questa affermazione.
Non è cinismo piuttosto realismo.
Post by L'AIRONE
Liberissimo di pensarla così, ma trascuri un "piccolissimo" particolare: la
fede.
La persona in questione è per sua ammissione una persona di grande fede, che
ha affidato ed affida la propria vita a Dio.
Chi ha una fede come la sua appare agli occhi del mondo deficiente, ipocrita
o quant'altro.
Credo che si debba ragionare talvolta per grandi numeri e porsi il problema
di quanti perdonerebbero o avrebbero perdonato gli assassini di un figlio
per giunta così efferati. Credo pochissimi o quasi nessuno aldilà di qualche
dichiarazione "convenzionale" che peraltro nel caso in questione non ho mai
letto e prendo per buono solo quello che mi dici tu.. Ma c'è dell'altro :
cosa significa nel concreto perdonare? In quali atti visibili questo
supposto perdono avrebbe una sua consacrazione?
Scusami ma non mi basta nè la professione di fede, che comunque rispetto, nè
qualche frase riportata da stampa e tv.
Post by L'AIRONE
Mi dispiace per te
ma io persone così le ho conosciute e le conosco ... e
Post by L'AIRONE
per questo mi reputo molto fortunato perchè non sono schiavo del mio
istinto.
Non dispiacerti per me campo benissimo ugualmente non avendo conosciuto
nessuno di questi da te citati.
Tanta brava gente, molte ottime persone, ma uomini .Come te e me.
Skorpio
2007-01-11 13:47:23 UTC
Permalink
Post by Joker*
Credo che si debba ragionare talvolta per grandi numeri e porsi il
problema di quanti perdonerebbero o avrebbero perdonato gli assassini di
un figlio per giunta così efferati. Credo pochissimi o quasi nessuno
aldilà di qualche dichiarazione "convenzionale" che peraltro nel caso in
questione non ho mai letto e prendo per buono solo quello che mi dici tu..
Ma c'è dell'altro : cosa significa nel concreto perdonare? In quali atti
visibili questo supposto perdono avrebbe una sua consacrazione?
Scusami ma non mi basta nè la professione di fede, che comunque rispetto,
nè qualche frase riportata da stampa e tv.
Quoto tutto !
L'AIRONE
2007-01-11 15:24:23 UTC
Permalink
Post by Joker*
Non è cinismo piuttosto realismo.
Mah...
Post by Joker*
Credo che si debba ragionare talvolta per grandi numeri e porsi il problema
di quanti perdonerebbero o avrebbero perdonato gli assassini di un figlio
per giunta così efferati.
Scusa ma non capisco.
Ora ci affidiamo al pensiero di massa? Se la massa va in una certa direzione
ci andiamo anche noi?


Credo pochissimi o quasi nessuno aldilà di qualche
Post by Joker*
dichiarazione "convenzionale" che peraltro nel caso in questione non ho mai
letto e prendo per buono solo quello che mi dici tu..
Guarda, io "Porta a Porta" non lo guardo mai perchè mi fa schifo Vespa e il
suo modo di fare "giornalismo", volutamente virgolettato.
L'altra sera facendo zapping, mi sono fermato a vedere quest'uomo che tutto
mi sembrava fuorchè pazzo, falso od attore di circostanza. Dato che io di
persone così ne ho già incontrate non ho avuto difficoltà a credergli.
Post by Joker*
cosa significa nel concreto perdonare? In quali atti visibili questo
supposto perdono avrebbe una sua consacrazione?
Perdonare significa intanto non odiare. E' una qualità che umanamente e da
soli non si riesce ad avere, ma è necessario un "aiutino" dall'alto.
Ed infatti pochi ce l'hanno e quei pochi che ce l'hanno, hanno tutta la mia
ammirazione.
Il tuo discorso è antico: "se non vedo non credo", lo faceva un certo
Tommaso.
Degli atti visibili, della concretezza e della materialità ne ha bisogno
solo chi non crede o chi lo fa "male". Non è una colpa, per carità, ma
questa è la vera forza, una forza che trascende l'istinto, la rabbia e
l'umano odio e che è di gran lunga superiore.
Post by Joker*
Non dispiacerti per me campo benissimo ugualmente non avendo conosciuto
nessuno di questi da te citati.
Tanta brava gente, molte ottime persone, ma uomini . Come te e me.
Essere uomini non significa necessariamente odiare.
Se lo fanno gli altri, la massa, "i grandi numeri", a maggior ragione sono
convinto del fatto di pensarla correttamente.
Il populismo mi fa schifo ed oggi ancora di più.


L'AIRONE


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Achille
2007-01-11 16:04:31 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Perdonare significa intanto non odiare. E' una qualità che umanamente e da
soli non si riesce ad avere, ma è necessario un "aiutino" dall'alto.
Scusami, ma vorrei farti presente che dire che "è necessario un
"aiutino" dall'alto" è presuntuoso. Facile cadere in questi "peccati"
quando si è persone di fede.
Ci sono persone che hanno un'etica senza necessariamente che
gliel'abbia data una religione, e religioni che non dicono di
cercare... in alto.

Achille
L'AIRONE
2007-01-11 16:48:26 UTC
Permalink
Post by Achille
Scusami, ma vorrei farti presente che dire che "è necessario un
"aiutino" dall'alto" è presuntuoso. Facile cadere in questi "peccati"
quando si è persone di fede.
Credo non ci sia nulla di presuntuoso nell'affermare di aver ricevuto un
dono, perchè per me la fede tale è.
Con ciò ovviamente non voglio dire che chi non è credente è
necessariamente privo di un'etica del perdono, anzi.
Ti assicuro che molti credenti che conosco, avrebbero solo da imparare
da molti atei miei carissimi amici.


L'AIRONE
Achille
2007-01-11 17:30:55 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Post by Achille
Scusami, ma vorrei farti presente che dire che "è necessario un
"aiutino" dall'alto" è presuntuoso. Facile cadere in questi "peccati"
quando si è persone di fede.
Credo non ci sia nulla di presuntuoso nell'affermare di aver ricevuto un
dono, perchè per me la fede tale è.
Si, ma tu non hai detto questo. Hai detto che è *necessario* un
aiutino dall'alto.
In logica ci si può esprimere così,

la fede è necessaria per il perdono: fede <= perdono,
che ovviamente si può scrivere anche così: perdono => fede.

Cioé solo gli uomini di fede possono perdonare.
Post by L'AIRONE
Con ciò ovviamente non voglio dire che chi non è credente è
necessariamente privo di un'etica del perdono, anzi.
Appunto, ma ciò è in contraddizione con come ti sei espresso prima.
Riconosco che hai chiarito comunque. Si tratta solo di un equivoco
dovuto a quella espressione.

Achille
Joker*
2007-01-12 13:05:54 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Credo non ci sia nulla di presuntuoso nell'affermare di aver ricevuto un
dono, perchè per me la fede tale è.
Assolutamente e sono d'accordo.
Tutto questo fa però di te un esponente di "punta" del pensiero
catto-comunista che è quello con il quale ho maggiori difficoltà a
relazionarmi
L'AIRONE
2007-01-12 18:38:56 UTC
Permalink
Post by Joker*
Assolutamente e sono d'accordo.
Tutto questo fa però di te un esponente di "punta" del pensiero
catto-comunista che è quello con il quale ho maggiori difficoltà a
relazionarmi
Nessuno mi aveva mai dato ... dell'esponente di punta.
:)
Pensa a relazionarti con tuo figlio il milanista: una sana paliata a
tempo debito sarebbe stata salutare.
;)



L'AIRONE
Joker
2007-01-12 21:47:43 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
:)
Pensa a relazionarti con tuo figlio il milanista: una sana paliata a
tempo debito sarebbe stata salutare.
;)
Ti dirò :mi è più facile relazionarmi con un milanista che con
catto-comunista .E fa pure rima
Joker*
2007-01-11 18:40:57 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Scusa ma non capisco.
Ora ci affidiamo al pensiero di massa? Se la massa va in una certa direzione
ci andiamo anche noi?
Allora mettila così. Io "probabilmente" non riuscirei a perdonare
l'assassino di mio figlio dopo così poco tempo e sono abbastanza certo che
il 99% delle persone
la penserebbero come me. Non per questo però accetterei la pena capitale
come soddisfazione della mia coscienza. Il focus non è non odiare che è
impossibile se non nel trascendente come sostengono alcuni, ma non far
prevalere l'odio nel trovare le soluzioni, La differenza c'è e non è nemmeno
così sottile come appare
Più chiaro, adesso?
Post by L'AIRONE
Perdonare significa intanto non odiare. E' una qualità che umanamente e da
soli non si riesce ad avere, ma è necessario un "aiutino" dall'alto.
Ed infatti pochi ce l'hanno e quei pochi che ce l'hanno, hanno tutta la mia
ammirazione.
L'odio, come l'amore sono sentimenti assolutamente umani che in qualche modo
appartengono a tutti .Io rivendico fieramente
la mia possibilià di odiare come di amare e , per cortesia, non me la tolga
nessuno.
Post by L'AIRONE
Il tuo discorso è antico: "se non vedo non credo", lo faceva un certo
Tommaso.
Non a caso l'hanno fatto santo(pure lui)
Post by L'AIRONE
Degli atti visibili, della concretezza e della materialità ne ha bisogno
solo chi non crede o chi lo fa "male". Non è una colpa, per carità, ma
questa è la vera forza, una forza che trascende l'istinto, la rabbia e
l'umano odio e che è di gran lunga superiore.
L'approccio fideistico mi è stato sempre ostico. Io giudico le cose come
sono, non come vorrei che fossero.
Post by L'AIRONE
Essere uomini non significa necessariamente odiare.
Assolutamente no.Perchè l'odio è un sentimento a suo modo complicato ed
indotto sovente dagli eventi. Ma esiste
Post by L'AIRONE
Se lo fanno gli altri, la massa, "i grandi numeri", a maggior ragione sono
convinto del fatto di pensarla correttamente.
Il populismo mi fa schifo ed oggi ancora di più.
Il populismo non c'entra una cippa renditene conto

/
Skip
2007-01-11 11:31:10 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
A tal proposito, bellissime sono le dichiarazioni del padre, marito e nonno
della vicenda in questione, che ha dichiarato davanti alle telecamere di
avere già perdonato.
L'ha detto quando era ancora convinto che fosse stato il genero, a uno
gli fanno fuori in un colpo solo, moglie, figlie e nipotino e lui che
fa? Perdona? E' un pazzo, i santi non esistono.
L'AIRONE
2007-01-11 12:54:38 UTC
Permalink
Post by Skip
L'ha detto quando era ancora convinto che fosse stato il genero, a uno
gli fanno fuori in un colpo solo, moglie, figlie e nipotino e lui che
fa? Perdona? E' un pazzo, i santi non esistono.
Una persona che ha la sola "colpa" di avere fede e di essere un VERO
credente, viene preso per ipocrita e/o pazzo?
Ne prendo atto e mi dispiace (sinceramente) per chi la pensa in questo modo.
Mi ritengo fortunato, molto fortunato. Non è merito mio, perchè la fede è un
dono.


L'AIRONE

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Riccardomustodario
2007-01-11 13:17:36 UTC
Permalink
Il 11/1/07 12:54, nell'articolo
Post by L'AIRONE
Post by Skip
L'ha detto quando era ancora convinto che fosse stato il genero, a uno
gli fanno fuori in un colpo solo, moglie, figlie e nipotino e lui che
fa? Perdona? E' un pazzo, i santi non esistono.
Una persona che ha la sola "colpa" di avere fede e di essere un VERO
credente, viene preso per ipocrita e/o pazzo?
Ne prendo atto e mi dispiace (sinceramente) per chi la pensa in questo modo.
Mi ritengo fortunato, molto fortunato. Non è merito mio, perchè la fede è un
dono.
è dono fin che produce evoluzione, ma ora siamo in pieno boom creazionista,
il che non significa essere contro la fede, anzi.
diciamo che attualmente la fede ha bisogno di uscire da rigidi canoni
d'interpretazione e darsi un tocco Millenium per il prossimo anno 3.000 non
molto lontano da venire, però lontanissimo, se pensiamo ancora come nel
secolo passato - oggi il fatto è ITechnodemocratic rimuda®Bellezzao dove
discorsi brutti o bruti che siano non trovano più spazio, dove si tornerå
indietro nel tempo e si scopriranno tanti bambini perversi che hanno fatto
accusare ingiustamente preti, idem con patate, loro madri in cerca di soldi.



--
la cultura è mera sfortuna per gli ignoranti
http://snipurl.com/16c18
comprende
Stefano Antonio
2007-01-11 16:54:23 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Skip, con tutto il rispetto e l'amicizia di tanti anni di NG, ma che rottura
di coglioni con 'ste affermazioni.
"se avessero ammazzato tua madre", "se avessero stuprato tua sorella", "se
avessero sgozzato tuo figlio", "mi hanno fottuto il cane"...
Per fortuna nessuno di noi (credo) si è trovato in situazioni simili, ma a
priori non si possono dire IMHO simili bestialità. Sono discorsi da tram,
senza offese per nessuno, sia chiaro.
Noi, in quanto esserei pensanti ed illuminati non possiamo a priori decidere
di torturare ed ammazzare in base ad un atto scellerato. La pianificazione
dell'omicidio di stato è una cosa assolutamente ed infinitamente più
barbara, anche perchè (lo ripeto per l'ennesima volta) uno stato che ci
educa sin dalla nascita a non uccidere nessuno non può a scopi
giuridico-pedagogici (ma poi de che?) ammazzare infrangendo uno dei limiti
più inviolabili.
E' (anche) una questione di coerenza.
Anche io sono contrario alla pena di morte. Però devi tener presente
che se molte persone la pensano come skip è colpa anche dello Stato
che non fa buone norme oppure se ci sono non le fa applicare
completamente.
Quelle persone che commettono quelle atrocità e crudeltà, così come
i pedofili o i serial Killer dovrebbero però essere condannati
all'ergastolo. L'ergastolo in Italia viene solo usato nominalmente ma
non effettivamente, perchè sai benissimo che poi li cacciano subito
dal carcere o per clemenza o per buona condotta o per qualche altra
stupidaria.
Allora io dico che se non ci deve essere la pena capitale ci deve
essere almeno per reati gravi come quelli citati il vero ergastolo
cioè per gente che fanno quelle crudeltà devono rimanere in carcere a
vita e cioè morire lì dentro.
Inoltre a queste persone deve essere eliminata la regola della buona
condotta. E' facile per un pedofilo o uno stupratore che dopo aver
fatto quelle cose orrende comportarsi come un angioletto in carcere e
farsi lasciare libero subito e fare finta di essere pentiti. E chi ci
crede al loro pentimento? Solo il Signore sa se per davvero sono
pentiti. Dobbiamo crederli sulla parola? Io no.


Stefano Antonio
Andy Buckley (Mojopin)
2007-01-11 08:47:41 UTC
Permalink
Post by Skip
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
La pena di morte per quelle bestie è solo una liberazione, non
servirebbe a niente.
Io proporrei qualcosa di simile alla tortura, una lenta sofferenza...
magari in cella di isolamento per anni.
Oppure qualche manganellata durante la giornata tra un pasto e l'altro.
--
Andy Buckley (Mojopin)
www.mojopin.net
La musica è mia madre e mio padre... il mio lavoro e il mio riposo... il
mio sangue... la mia bussola... il mio amore
Silver#
2007-01-11 10:52:29 UTC
Permalink
"Andy Buckley (Mojopin)" ha scritto
Post by Andy Buckley (Mojopin)
Oppure qualche manganellata durante la giornata tra un pasto e l'altro.
Tipo il sorbetto al limone per digerire insomma.
Andy Buckley (Mojopin)
2007-01-11 12:33:21 UTC
Permalink
Post by Silver#
Tipo il sorbetto al limone per digerire insomma.
Eh, più o meno! :)
--
Andy Buckley (Mojopin)
www.mojopin.net
La musica è mia madre e mio padre... il mio lavoro e il mio riposo... il
mio sangue... la mia bussola... il mio amore
meriadoc
2007-01-11 08:53:09 UTC
Permalink
sì.
Ryo
2007-01-11 08:56:27 UTC
Permalink
Post by Skip
Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
Posso anche passare sull'omicidio dei 3 adulti, in momenti di rabbia è,
purtroppo, possibile commettere reati del genere, ma come si può
arrivare a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così
debba continuare a vivere?
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Io sono per le punizioni corporali perpetue, stile canaro della magliana

Ryo
Skip
2007-01-11 09:12:56 UTC
Permalink
Post by Ryo
Post by Skip
Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
Posso anche passare sull'omicidio dei 3 adulti, in momenti di rabbia è,
purtroppo, possibile commettere reati del genere, ma come si può
arrivare a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così
debba continuare a vivere?
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Io sono per le punizioni corporali perpetue, stile canaro della magliana
Darebbero più soddisfazione immediata, ma a lungo andare li si grazierebbe.
Ryo
2007-01-11 09:14:30 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by Ryo
Io sono per le punizioni corporali perpetue, stile canaro della magliana
Darebbero più soddisfazione immediata, ma a lungo andare li si grazierebbe.
Ehm, forse non conosci la storia del canaro

Ryo
Mens
2007-01-11 10:24:51 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by Skip
Post by Ryo
Io sono per le punizioni corporali perpetue, stile canaro della magliana
Darebbero più soddisfazione immediata, ma a lungo andare li si
grazierebbe.
Ehm, forse non conosci la storia del canaro
Facciamoci una cultura:
http://www.misteriditalia.com/altri-misteri/canaro/

"I resti martoriati di quel gigante la dicono lunga sulle sofferenze cui è
stato sottoposto: sulla testa ha un enorme ferita che gli ha quasi aperto il
cranio; in bocca ha i suoi genitali; due dita delle mani, asportate con un
tronchese, gli sono state conficcate negli occhi; altre dita sono dentro il
suo ano; le rotule delle gioncchia appaiono fracassate; non ha più il naso,
troncato di netto, né le orecchie e neppure le labbra."

Mamma mia :((((
Ciro
2007-01-11 11:26:41 UTC
Permalink
Post by Ryo
Io sono per le punizioni corporali perpetue, stile canaro della magliana
Ryo
Poi mi spieghi la differenza tra il canaro e questa gente, perchè
proprio non la capisco...

Ciro
Ryo
2007-01-11 12:13:35 UTC
Permalink
Post by Ciro
Poi mi spieghi la differenza tra il canaro e questa gente, perchè
proprio non la capisco...
Il canaro reagi ad anni di vessazioni in modo sicuramente spropositato, ma
io non esiterei nemmeno un istante a fare quello che ha fatto il canaro, ad
un ipotetico assassino di mio figlio.
Spero solo di non trovarmici MAI.

Sarà che da questo stato di merda non mi sento tutelato per niente, dove i
prepotenti la fanno da padrone e le brave persone devono abbassare la testa.

Ryo
Ciro
2007-01-11 12:36:14 UTC
Permalink
Post by Ryo
Sarà che da questo stato di merda non mi sento tutelato per niente, dove i
prepotenti la fanno da padrone e le brave persone devono abbassare la testa.
Ryo
In pratica se stessi in un paese islamico estremista dove vige quasi la
legge del taglione ti sentiresti tutelato?

Ciro
Ryo
2007-01-11 12:46:27 UTC
Permalink
Post by Ciro
In pratica se stessi in un paese islamico estremista dove vige quasi la
legge del taglione ti sentiresti tutelato?
Vorrei che a quello che prova a fregarti la macchina al semaforo puntandoti
la pistola, tu provi a scappare e quello pur di non dartela vinta ti
gambizza (fatto successo ieri proprio a Napoli), vengano segate le braccia,
poi voglio vedere come cazzo la prende in mano quella merda di pistola.

Io concepisco una giustizia basata sul terrore, chi sbaglia sa a che cazzo
va incontro.

Invece nella nostra grande civiltà ci ritroviamo gente che stupra donne e
dopo 6 mesi sta fuori (vedi caso di Tommaso), gente che per strada per un
banale diverbio stradale, scende dalla macchina e ammazza a suon di botte
chi secondo loro aveva torto, e posso continuare fino a domani.

A te piace così??? Beh a me no, chi si comporta da selvaggio non merita di
essere giudicato da leggi civili.

Ryo
Enzo Ultimo
2007-01-11 08:57:05 UTC
Permalink
Post by Skip
Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
Posso anche passare sull'omicidio dei 3 adulti, in momenti di rabbia è,
purtroppo, possibile commettere reati del genere, ma come si può arrivare
a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così debba
continuare a vivere?
Si, in galera.
Post by Skip
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Si, sarebbe assassino anche lui.
Post by Skip
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Pensa che ci sono popoli che alcuni bambini non li accettano proprio e li
uccidono direttamente senza passare dal via.
Skip
2007-01-11 09:17:29 UTC
Permalink
Post by Enzo Ultimo
Si, in galera.
a nostre spese
Post by Enzo Ultimo
Si, sarebbe assassino anche lui.
sarebbe un assassimo senza dubbio, ma a lui basterebbe la galera come
punizione
Post by Enzo Ultimo
Pensa che ci sono popoli che alcuni bambini non li accettano proprio e li
uccidono direttamente senza passare dal via.
se è per questo gli antichi romani buttavano giù da una rupe i bambini
nati malati.
Enzo Ultimo
2007-01-11 09:20:24 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by Enzo Ultimo
Si, in galera.
a nostre spese
Liberissima di sceglierti un altro posto dove vivere.
Post by Skip
Post by Enzo Ultimo
Si, sarebbe assassino anche lui.
sarebbe un assassimo senza dubbio, ma a lui basterebbe la galera come
punizione
In base a quale codice scusa?
Post by Skip
Post by Enzo Ultimo
Pensa che ci sono popoli che alcuni bambini non li accettano proprio e
li
Post by Enzo Ultimo
uccidono direttamente senza passare dal via.
se è per questo gli antichi romani buttavano giù da una rupe i bambini
nati malati.
Appunto, vedi? Tutto è relativo...
Cipolla
2007-01-12 16:17:13 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by Enzo Ultimo
Si, in galera.
a nostre spese
Post by Enzo Ultimo
Si, sarebbe assassino anche lui.
sarebbe un assassimo senza dubbio, ma a lui basterebbe la galera come
punizione
Post by Enzo Ultimo
Pensa che ci sono popoli che alcuni bambini non li accettano proprio
e li
Post by Enzo Ultimo
uccidono direttamente senza passare dal via.
se è per questo gli antichi romani buttavano giù da una rupe i bambini
nati malati.
Ecco, in Cina, invece, lo fanno tutt'ora con i bambini nati... femmine.

P.S. Io sono contro la pena di morte.
Joao Pistao
2007-01-11 09:16:27 UTC
Permalink
Si!
Non siamo Dio. Solo a lui è concesso togliere (e di dare chiaramente)la
vita.
Se lo facciamo noi siamo assassini, anche se agiamo in nome della
giustizia.

Gianluca
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Achille
2007-01-11 10:49:12 UTC
Permalink
Post by Joao Pistao
Si!
Non siamo Dio. Solo a lui è concesso togliere (e di dare chiaramente)la
vita.
Se lo facciamo noi siamo assassini, anche se agiamo in nome della
giustizia.
A me non sta bene neanche che sia concesso a lui.

Achille
Riccardomustodario
2007-01-11 09:43:36 UTC
Permalink
Il 11/1/07 08:43, nell'articolo
Post by Skip
http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/cronaca/erba-2/erba-2/erba-2.html
Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
Posso anche passare sull'omicidio dei 3 adulti, in momenti di rabbia è,
purtroppo, possibile commettere reati del genere, ma come si può
arrivare a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così
debba continuare a vivere?
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
ti pare giusto che si perpetuano danni sul capitale che rovinano l'esistenza
di chi viene colpito da questi imbroglioni protetti da organizzazioni di
Stato, quello stesso Stato, il Texas per esempio, il quale sarà pure facile
se gli tocchi una vecchietta ma guai a toccargli un dollaro, ti manda alla
sedia elettrica?

vedere l'articolo di oggi ed I relativi download sul 3d
http://groups.google.com/group/ITechnodemocratic/browse_frm/thread/8e8a7d17a
48c421b/74cebeead417e771?lnk=gst&q=ambassador&rnum=2#74cebeead417e771

--
la cultura è mera sfortuna per gli ignoranti
http://snipurl.com/16c18
comprende
L'AIRONE
2007-01-11 09:48:46 UTC
Permalink
Post by Skip
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diritto solo di morire.
Posso capire l'umano orrore per un atto del genere, ma la pena di morte è
una bestialità molto più atroce ed efferato dell'atto compiuto da un singolo
uomo.


L'AIRONE

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Skip
2007-01-11 09:58:02 UTC
Permalink
Post by L'AIRONE
Post by Skip
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diritto solo di morire.
Posso capire l'umano orrore per un atto del genere, ma la pena di morte è
una bestialità molto più atroce ed efferato dell'atto compiuto da un singolo
uomo.
però nessuno ci può impedire di "godere" se (quando) queste bestie (come
l'assissino di Tommy) saranno fatte fuori nel carcere.
L'AIRONE
2007-01-11 10:04:49 UTC
Permalink
Post by Skip
però nessuno ci può impedire di "godere" se (quando) queste bestie (come
l'assissino di Tommy) saranno fatte fuori nel carcere.
Mi sa che hai sbagliato epoca.
Dovevi nascere ai tempi dei civilissimi spettacoli al Colosseo.



L'AIRONE

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Mens
2007-01-11 10:27:56 UTC
Permalink
Post by Skip
però nessuno ci può impedire di "godere" se (quando) queste bestie (come
l'assissino di Tommy) saranno fatte fuori nel carcere.
Marò Skip tu si pericolosa... :((((
Achille
2007-01-11 10:55:34 UTC
Permalink
Post by Skip
però nessuno ci può impedire di "godere" se (quando) queste bestie (come
l'assissino di Tommy) saranno fatte fuori nel carcere.
Certo! L'errore tuo, se mi permetti, è che vuoi applicare il tuo
giustificato sentimento di vendetta alla giustizia, che invece deve
seguire un processo razionale.
La barbarità di cui parlano gli altri, sta in questo:
nell'istituzionalizzare la vendetta.
Una cosa è desiderare la morte di qualcuno (non è bello, ma si
possono comprendere le ragioni in alcuni casi), un'altra è agire per
causarne la morte.

Achille
Skip
2007-01-11 11:11:14 UTC
Permalink
Post by Achille
Post by Skip
però nessuno ci può impedire di "godere" se (quando) queste bestie (come
l'assissino di Tommy) saranno fatte fuori nel carcere.
Certo! L'errore tuo, se mi permetti, è che vuoi applicare il tuo
giustificato sentimento di vendetta alla giustizia, che invece deve
seguire un processo razionale.
nell'istituzionalizzare la vendetta.
Una cosa è desiderare la morte di qualcuno (non è bello, ma si
possono comprendere le ragioni in alcuni casi), un'altra è agire per
causarne la morte.
Rispondo a te, un po' per tutti, per non ripetere sempre le stesse cose:

Il vero problema sta nel fatto che questi stronzi, al max fra una decina
d'anni ce li ritroviamo liberi. Se a quel punto, al padre del bambino,
venisse in mente di farli fuori, tutti si accanirebbero su di lui
(ancora di più perchè è tunisino).
Purtroppo in questo paese non esiste la certezza della pena, e questo
rischia di provocare, a lungo andare, una mentalità del "mi faccio
giustizia da solo", che è pericolosissima.
Io sono una persona, in assoluto, contraria alla pena di morte (anche se
non sembra), perchè consapevole che non solo non è un deterrente, ma che
non risolve nemmeno il problema, non restituendo la vita alle vittime.
Quello che non riesco ad accettare è come si possa mettere le mani su di
un bambino, in un modo così efferrato. Se il bimbo fosse morto
"causalmente" nel corso di una colluttazione, avremmo parlato di
tragedia, ma quando c'è una tale premeditazione, ed una tale brutalità
(vedi anche il caso del piccolo Tommy), chi di noi non sarebbe capace di
fare fuori con le proprie mani questi animali?
Non è meglio che in casi estremi (e sto parlando solo di casi estremi)
ci sia qualcuno che ci garantisca questa "giustizia", per quanto effimera?
Achille
2007-01-11 13:27:19 UTC
Permalink
Post by Skip
Il vero problema sta nel fatto che questi stronzi, al max fra una decina
d'anni ce li ritroviamo liberi. Se a quel punto, al padre del bambino,
venisse in mente di farli fuori, tutti si accanirebbero su di lui
(ancora di più perchè è tunisino).
Purtroppo in questo paese non esiste la certezza della pena, e questo
rischia di provocare, a lungo andare, una mentalità del "mi faccio
giustizia da solo", che è pericolosissima.
Visto che hai individuato così bene il problema, perché non proponi
la soluzione corrispondente? Se il problema è la certezza della pena,
si lavori su quella.
La pena di morte è un'altra cosa, e non ha niente a che vedere con il
problema di cui parli tu, che infatti esiste anche per reati per cui
nessuno si sognerebbe di mandare qualcuno al patibolo.
Post by Skip
Io sono una persona, in assoluto, contraria alla pena di morte (anche se
non sembra), perchè consapevole che non solo non è un deterrente, ma che
non risolve nemmeno il problema, non restituendo la vita alle vittime.
Quello che non riesco ad accettare è come si possa mettere le mani su di
un bambino, in un modo così efferrato. Se il bimbo fosse morto
"causalmente" nel corso di una colluttazione, avremmo parlato di
tragedia, ma quando c'è una tale premeditazione, ed una tale brutalità
(vedi anche il caso del piccolo Tommy), chi di noi non sarebbe capace di
fare fuori con le proprie mani questi animali?
Probabilmente lo farei anch'io. Fortunatamente la giustizia li tiene
lontani da me.
Post by Skip
Non è meglio che in casi estremi (e sto parlando solo di casi estremi)
ci sia qualcuno che ci garantisca questa "giustizia", per quanto effimera?
Meglio di che? E perché? Come hai detto tu, non è né un deterrente,
né ha un'utilità pratica (se non per il fatto di costare meno).
Allora da dove viene questa esigenza di uccidere i colpevoli, se non
dalla rabbia e dal desiderio di vendetta?

Achille
Ciro
2007-01-11 11:12:10 UTC
Permalink
Post by Skip
http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/cronaca/erba-2/erba-2/erba-2.html
Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Non direi..
Post by Skip
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
No non è possibile, ma deve essere condannato secondo le leggi di un
paese "civile" cioè l'ERGASTOLO se no lo stato si mette allo stesso
livello dell'assassino.
Post by Skip
arrivare a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così
debba continuare a vivere?
Si, deve vivere nel rimorso e nel buio di una cella d'isolamento di un
carcere, fino a giungere alla pazzia.
Post by Skip
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Si! Sarebbe un assassino e non è con la vendetta che riavrebbe suo figlio..


Ciro
Skip
2007-01-11 11:17:58 UTC
Permalink
Post by Skip
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
Post by Skip
l'assassino?
Si! Sarebbe un assassino e non è con la vendetta che riavrebbe suo figlio..
Ma ti sembra giusto poi, nel caso, che debba scontare la stessa identica
pena di quei due?
Il punto credo sia questo, l'omicidio non è un reato sempre uguale, c'è
omicidio e omicidio, nel caso in cui, poi, la vittima è un bambino,
credo che l'aggravante sia massimo, che significare condannarli a 8
ergastoli? Hanno 8 vite? Per queste bestie ci vuole una punizione
esemplare, purtroppo (e sottolineo purtroppo) non me ne viene in mente
nessuna che stia tra l'ergastolo e la pena di morte.
Ciro
2007-01-11 11:24:02 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by Skip
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
Post by Skip
l'assassino?
Si! Sarebbe un assassino e non è con la vendetta che riavrebbe suo figlio..
Ma ti sembra giusto poi, nel caso, che debba scontare la stessa identica
pena di quei due?
Scusami Skip ma qual'è la differenza l'efferatezza del delitto? Esistono
le attenuanti magari carcere a vita per entrambi (stesso reato) ma
condizioni carcerarie diverse.. oppure la possibilità per il padre di un
recupero sociale dopo aver scontato comunque una lunga pena.


Ciro
Joker*
2007-01-11 11:36:22 UTC
Permalink
"Skip" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:45a61ce5$0$22399$***@reader2.news.tin.it...
.
Post by Skip
Ma ti sembra giusto poi, nel caso, che debba scontare la stessa identica
pena di quei due?
Assolutamente non sconterebbe la stessa pena. Il codice prevede le
attenuanti, come le aggravanti.
Post by Skip
Il punto credo sia questo, l'omicidio non è un reato sempre uguale, c'è
omicidio e omicidio, nel caso in cui, poi, la vittima è un bambino, credo
che l'aggravante sia massimo, che significare condannarli a 8 ergastoli?
Hanno 8 vite? Per queste bestie ci vuole una punizione esemplare,
purtroppo (e sottolineo purtroppo) non me ne viene in mente nessuna che
stia tra l'ergastolo e la pena di morte.
Ma guarda che è già così.L'omicidio, a seconda dei casi, prevede una
condanna da 0 anni (sì zero) fino all'ergastolo
Skip
2007-01-11 11:41:33 UTC
Permalink
Post by Joker*
Ma guarda che è già così.L'omicidio, a seconda dei casi, prevede una
condanna da 0 anni (sì zero) fino all'ergastolo
quanti ne avrebbe il padre se facesse fuori quei 2?
Joker*
2007-01-11 11:45:15 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by Joker*
Ma guarda che è già così.L'omicidio, a seconda dei casi, prevede una
condanna da 0 anni (sì zero) fino all'ergastolo
quanti ne avrebbe il padre se facesse fuori quei 2?
Non lo so perchè dipenderebbe dalle circostanze in cui l'ipotetica vendetta
accadesse.Credo comunque non l'ergastolo al quale mi paiono invece
destinati
i due assassini.
salvatore
2007-01-11 11:56:06 UTC
Permalink
Post by Skip
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
No skip, la pena di morte è sempicemente un abominio.
Carcere a a vita DURISSIMO questa si che è una penas congrua
Freethinker
2007-01-11 13:29:17 UTC
Permalink
Post by Skip
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Già scrissi come la penso in merito e riassumo dicende che certe cose
vanno sistemate "al di fuori della legge". La legge sta benissimo così
come sta, ma in determinati casi deve intervenire altro dalla legge
IMHO a lavare un'offesa all'intero genere umano, l'infrazione DEL TABU
per eccellenza. Non avevo molta compagnia, mi fa piacere che mo' ci
sei anche tu. Non a caso abbiamo bimbi quasi della stessa età dello
sgozzato...
Joker*
2007-01-11 18:47:46 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Freethinker
Già scrissi come la penso in merito e riassumo dicende che certe cose
vanno sistemate "al di fuori della legge". La legge sta benissimo così
come sta, ma in determinati casi deve intervenire altro dalla legge
IMHO a lavare un'offesa all'intero genere umano, l'infrazione DEL TABU
per eccellenza. Non avevo molta compagnia, mi fa piacere che mo' ci
sei anche tu. Non a caso abbiamo bimbi quasi della stessa età dello
sgozzato...
Bene allora ti faccio questa domanda: chi stabilisce quali sono i tabù ed i
limiti della vendetta?La religione, il parlamento, un gruppo di probiviri,
un referendum popolare? Tu ed io insieme? La deroga al diritto è la morte
automatica dello stesso.
Ti ricordo che in altri paesi ragionano proprio uguale a te e, per esempio,
abbiamo l'infibulazione.
Freethinker
2007-01-12 08:18:31 UTC
Permalink
Post by Joker*
Bene allora ti faccio questa domanda: chi stabilisce quali sono i tabù ed i
limiti della vendetta?La religione, il parlamento, un gruppo di probiviri,
un referendum popolare? Tu ed io insieme? La deroga al diritto è la morte
automatica dello stesso.
Se danzi, come piace a te, sul confine, allora ogni ragionamento
diventa sfumatura. Quel che è certo è che una che sgozza con un
coltellino un bimbo di 2 anni è SICURAMENTE fuori del confine del
tabu. È una *strega*, LA strega.

Non c'è bisogno di commissioni, non c'è bisogno di sfumatura né di
cavilli. Idem per uno che ammazza un bimbo di un anno e mezzo con una
vanga. Non si tratta di stabilire, è un fatto ovvio, lampante pre-lege
e addirittura pre-logico. Quando è (e raramente accade, è vero), è
lampante, ripeto.
Post by Joker*
Ti ricordo che in altri paesi ragionano proprio uguale a te e, per esempio,
abbiamo l'infibulazione.
Che c'entra un rito di iniziazione con quello di cui parliamo?
Joker*
2007-01-12 08:36:08 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Se danzi, come piace a te, sul confine, allora ogni ragionamento
diventa sfumatura. Quel che è certo è che una che sgozza con un
coltellino un bimbo di 2 anni è SICURAMENTE fuori del confine del
tabu. È una *strega*, LA strega.
Per me è sicuramente un (una) assassino, fra i peggiori assassini, se non il
peggiore, e va punito nella maniera più dura compatibilmente alle leggi
vigenti.
Lo stato di diritto è anche questo.Il resto è barbarie o legge del
taglione.Spiacente ma non mi appartiene
Post by Freethinker
Che c'entra un rito di iniziazione con quello di cui parliamo?
Liquidare l'infibulazione come rito di iniziazione mi sembra quantomeno
riduttivo. E' in qualche modo anch'essa la punizione di un tabù non violato,
ma se mi passi il latino maccheronico, ad violandum.
E' la mortificazione preventiva della sessualità femminile. Una sorta di
"condanna" pre e non post .
Freethinker
2007-01-12 09:23:44 UTC
Permalink
Post by Joker*
Per me è sicuramente un (una) assassino, fra i peggiori assassini, se non il
peggiore, e va punito nella maniera più dura compatibilmente alle leggi
vigenti.
Lo stato di diritto è anche questo.Il resto è barbarie o legge del
taglione.Spiacente ma non mi appartiene
Ti appartiene ti appartiene. Quel senso di vuoto nello stomaco e di
ribellione che hai provato sono esattamente questo.

Comunque stiamo parlando da due piani diversi, non ci possiamo capire.
Non mi riferisco a te in particolare, ma quello che mi sorprende è
che, ad esempio, si ammette che a livello internazionale (ma anche
nazionale) si possa agire in determinate occasioni fuori da ogni forma
di diritto (i servizi segreti per dirne una, sono legittimi?), ma
davanti al sangue di un bambino no, allora bisogna razionalizzare.
Strano quanto meno.
Post by Joker*
Liquidare l'infibulazione come rito di iniziazione mi sembra quantomeno
riduttivo. E' in qualche modo anch'essa la punizione di un tabù non violato,
ma se mi passi il latino maccheronico, ad violandum.
E' la mortificazione preventiva della sessualità femminile. Una sorta di
"condanna" pre e non post .
Certo, ma continuo a non vedere il nesso. Nella loro logica perversa
l'infibulazione NON è una punizione. Anzi...
asleo
2007-01-12 10:18:40 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Non mi riferisco a te in particolare, ma quello che mi sorprende è
che, ad esempio, si ammette che a livello internazionale
[cut]
Post by Freethinker
Certo, ma continuo a non vedere il nesso. Nella loro logica perversa
l'infibulazione NON è una punizione. Anzi...
concordo su tutto il post. Scrivo solo per dissentire sull'aggettivo
"perversa". Avrei evitato aggettivi o, al limite, usato una locuzione
del tipo 'a noi aliena'.

asleo
Skip
2007-01-12 11:01:19 UTC
Permalink
Post by asleo
Post by Freethinker
Non mi riferisco a te in particolare, ma quello che mi sorprende è
che, ad esempio, si ammette che a livello internazionale
[cut]
Post by Freethinker
Certo, ma continuo a non vedere il nesso. Nella loro logica perversa
l'infibulazione NON è una punizione. Anzi...
concordo su tutto il post. Scrivo solo per dissentire sull'aggettivo
"perversa". Avrei evitato aggettivi o, al limite, usato una locuzione
del tipo 'a noi aliena'.
ecco l'antropologo che è in te ;)
asleo
2007-01-12 12:22:09 UTC
Permalink
Post by Skip
Post by asleo
una locuzione
del tipo 'a noi aliena'.
ecco l'antropologo che è in te ;)
ma no... qui e' anche il comunicatore che parla. L'antropologo avrebbe
detto 'altra', alla Levi Strauss, ed in pochi avrebbero capito :)

asleo
Riccardomustodario
2007-01-12 12:38:50 UTC
Permalink
Post by asleo
Post by Skip
Post by asleo
una locuzione
del tipo 'a noi aliena'.
ecco l'antropologo che è in te ;)
ma no... qui e' anche il comunicatore che parla. L'antropologo avrebbe
detto 'altra', alla Levi Strauss, ed in pochi avrebbero capito :)
asleo
ce l'ho una poesia con altra se ne stava beata tra le tazza ... +o- che
femmina!
roba da www.caccone.com
Vi è mai capitato di premere una pillola nei cessi delle donne per far
vedere che tirate cocaina così passate per Cool?
Ora c'è il viagra for women, rosa, come la mia maglia di lana pettinata, con
lo sketch come si porta ora, oddio, ancora non è uscito.



--
la cultura è mera sfortuna per gli ignoranti
http://snipurl.com/16c18
comprende
Freethinker
2007-01-15 07:57:34 UTC
Permalink
Post by asleo
Post by Freethinker
Non mi riferisco a te in particolare, ma quello che mi sorprende è
che, ad esempio, si ammette che a livello internazionale
[cut]
Post by Freethinker
Certo, ma continuo a non vedere il nesso. Nella loro logica perversa
l'infibulazione NON è una punizione. Anzi...
concordo su tutto il post. Scrivo solo per dissentire sull'aggettivo
"perversa". Avrei evitato aggettivi o, al limite, usato una locuzione
del tipo 'a noi aliena'.
Io intendevo "perverso" proprio nel senso di sessuofobico. È evidente,
come dice Jok, che sotto sotto c'è un rapporto con la sessualità
femminile (ma anche maschile, per conseguenza diretta) pessimo. Altre
popolazioni aborigene (tantissime) hanno da sempre un atteggiamento di
libertà sessuale che noi ancora oggi manco ci sogniamo, bombardati
come siamo da pornosoft e pornohard tutti i santi giorni.
Joker*
2007-01-12 12:59:19 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Ti appartiene ti appartiene. Quel senso di vuoto nello stomaco e di
ribellione che hai provato sono esattamente questo.
Negativo. Il senso di vuoto ma che dico di orrore è una risposta personale
ai questi fatti.
Per fortuna invece chi deve rispondere è lo stato inteso come collettività
organizzata che si è data le proprie regole.Ed in base a quelle giudica e
condanna
Post by Freethinker
Certo, ma continuo a non vedere il nesso. Nella loro logica perversa
l'infibulazione NON è una punizione. Anzi...
Il nesso è evidente. Quando si sancisce quale è il tabù, che più che tabù
chiamerei il limite invalicabile è chiaro che lo si determina secondo
storia, usi e costumi della collettività e secondo un idem sentire della
medesima anche se non necessariamente condiviso in maniera unanime. Per i
paesi che la praticano l'infibulazione è la "redenzione" preventiva
dell'impurità sessuale della donna(un tabù appunto) . Quello che è
pericolosissimo nel tuo ragionamente è che quando poni una fattispecie, per
quanto orrenda come l'infanticidio, al di fuori della legge e quindi
perseguibile in maniera per così dire "stragiudiziale" vai a creare un area
grigia e difficilmente determinabile nella quale il sistema di controllo
viene completamente vanificato. Insomma è la morte dello stato di diritto.
Con conseguenze ben peggiori dei guasti che vorrebbe emendare.
Freethinker
2007-01-15 08:05:35 UTC
Permalink
Post by Joker*
Il nesso è evidente. Quando si sancisce quale è il tabù, che più che tabù
chiamerei il limite invalicabile è chiaro che lo si determina secondo
storia, usi e costumi della collettività e secondo un idem sentire della
medesima anche se non necessariamente condiviso in maniera unanime.
Capisco, ma vedi che il tuo esempio è chiaramente "fuori specie". Se
dell'infibulazione si discute, a ragione, anche tra chi la pratica
(credo sia uscito da poco un bel film in merito, africano fatto da
africani mi devo informa'...) indicami un solo contesto culturale, uno
solo, in cui l'infanticidio con queste modalità non provocherebbe
orrore e urgenza di vendetta.
Skip
2007-01-11 20:27:35 UTC
Permalink
Post by Freethinker
Post by Skip
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Già scrissi come la penso in merito e riassumo dicende che certe cose
vanno sistemate "al di fuori della legge". La legge sta benissimo così
come sta, ma in determinati casi deve intervenire altro dalla legge
IMHO a lavare un'offesa all'intero genere umano, l'infrazione DEL TABU
per eccellenza. Non avevo molta compagnia, mi fa piacere che mo' ci
sei anche tu. Non a caso abbiamo bimbi quasi della stessa età dello
sgozzato...
Il nostro, molto probabilmente, è un osservatorio "privilegiato". Il
fatto di vivere ogni attimo con un bimbo di quell'età, e il pensiero che
quel bimbo poteva essere proprio il nostro, ci fa (s)ragionare così.
Purtroppo, la vendetta privata, come quella pubblica, non risolve il
problema, però quella pubblica, in qualche modo, può essere controllata,
quella privata no.
Forse, la verità è che io vorrei che lo stato facesse il lavoro "sporco"
al posto mio :(
piccuico
2007-01-11 16:49:48 UTC
Permalink
Post by Skip
http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/cronaca/erba-2/erba-2/erba-2.html
Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
Posso anche passare sull'omicidio dei 3 adulti, in momenti di rabbia è,
purtroppo, possibile commettere reati del genere, ma come si può
arrivare a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così
debba continuare a vivere?
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Sono frastornato come te davanti a lle barbarie che ogni giorno ci sbattono
in faccia. Non c'è proprio alcun rispetto più per la vita di nessuno.
Io sarei per la riproposizione dell'isolotto di Papillon, dove metterei
assieme tutti gli accertati "mostri" di ventura e gli direi "Vi anticipiamo
di qualche anno l'inferno eterno che vi attende..."
Riccardomustodario
2007-01-11 16:55:56 UTC
Permalink
Post by piccuico
Post by Skip
http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/cronaca/erba-2/erba-2/erba-2.html
Ogni giorno, leggendo il giornale, mi rendo conto che ci sono dei reati
per i quali, qualsiasi pena, minore della pena di morte, non basta.
Vi sembra possibile che, per futili motivi di "vicinato" si arrivi a
sgozzare un bambino di 2 anni, e fare fuori altre 3 persone?
Posso anche passare sull'omicidio dei 3 adulti, in momenti di rabbia è,
purtroppo, possibile commettere reati del genere, ma come si può
arrivare a SGOZZARE un bimbo di 2 anni? Vi sembra giusto che gente così
debba continuare a vivere?
Se ora il padre del bimbo, li facesse fuori a tutti e due, sarebbe lui
l'assassino?
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Sono frastornato come te davanti a lle barbarie che ogni giorno ci sbattono
in faccia. Non c'è proprio alcun rispetto più per la vita di nessuno.
Io sarei per la riproposizione dell'isolotto di Papillon, dove metterei
assieme tutti gli accertati "mostri" di ventura e gli direi "Vi anticipiamo
di qualche anno l'inferno eterno che vi attende..."
quel bidone di Miani ed il buon Baroni che segnò il gol dello scudetto



--
la cultura è mera sfortuna per gli ignoranti
http://snipurl.com/16c18
comprende
Totò
2007-01-15 09:29:06 UTC
Permalink
Post by Skip
Ditemi quello che volete, ma chiunque mette le mani su di un bambino, ha
diuritto solo di morire.
Credo che se vogliamo essere protagonisti e compartecipi della crescita
della società in cui viviamo e soprattutto della democrazia imperfetta
in cui siamo nati che in modo diverso ci sta a cuore dobbiamo essere un
tantino coerenti.
La mia opionione è che chiunque sbaglia ad ogni livello di colpa
riconosciuta debba pagare il giusto; un delitto del genere per quanto
orribile ha la sua corresponsione nel carcere a vita perchè al di là
di ogni convinzione di fede o politica una società non può mai
mettersi al livello di chi commette il più feroce crimine ovvero la
soppressione della vita di un altro essere umano.
Se lo fa rinuncia ad essere migliorativo della condizione umana ed
allora non ha alcun senso di esistere.
Mettere in condizione di non partecipare e vivere con chi le regole le
accetta e le discute ma non le trasgredisce, questa è la soluzione e
ciò in proprorzione giusta con la certezza di tale esclusione, ma
soprattutto con mezzi e persone giuste per rieducare chi ha sbagliato,
questo discorso non vale per i Romano e tanti altri a cui una vita di
reclusione sicuramente non basterà, ma sicuramente servirà ai tanti
criminali piccoli e grandi che offendono chi tutti i giorni vive e
spera in un mondo civile, solidale e pacifico e che invece grazie
all'indulto lo hanno messo in culo per l'ennesima volta a tanti di noi
imperfetti credenti della democrazia e del vivere civile.

Continua a leggere su narkive:
Loading...